Pubblicato il

Reddito di cittadinanza, scarsa l'affluenza a Civitavecchia

Reddito di cittadinanza, scarsa l'affluenza a Civitavecchia

CIVITAVECCHIA – C’è stata meno affluenza di quanto previsto per il primo giorno utile per la compilazione e la consegna della domanda per il Reddito di cittadinanza. Si temevano assalti alle Poste tanto che l’azienda si era organizzata calendarizzando i giorni per la presentazione delle domande seguendo l’ordine alfabetico dei cognomi. Ieri era il turno delle lettere A e B. Una precauzione che, però, non si è resa necessaria viste le poche richieste riscontrate, con tempi d’attesa limitati.  Notizie positive dai vari caf territoriali. Per quanto riguarda l’Ugl si parla già delle prossime due settimane fitte di appuntamenti. Si tratta, ovviamente, di persone interessate al Reddito di cittadinanza o comunque a ricevere informazioni in merito. Ieri sono già state preparate circa una decina di domande. Soprattutto da parte di giovani.  Numeri più elevati per la Uil dove si parla di circa 30 persone, soltanto nella mattinata. Tante aspettative anche se dal sindacato sottolineano come sarà difficile dare risposta a tutti. Una volta inviate le domande bisognerà attendere aprile per prelevare la card alle Poste, se risultati idonei.  Anche dalla Cisl parlano di una situazione di relativa tranquillità, senza i grossi disagi inizialmente previsti, con circa una decina di domande preparate. Anche qui si lavora tramite appuntamenti. 
Insomma, nonostante le alte aspettative e le misure precauzionali messe in atto dalle varie realtà interessate non ci sono stati disagi tanto che alle 14 di ieri dalle Poste hanno parlato di circa 29mila domande presentate negli uffici postali italiani. C’è tempo fino al 31 marzo.

 

ULTIME NEWS