Pubblicato il

San Giorgio, verso la firma di un protocollo d'intesa

San Giorgio, verso la firma di un protocollo d'intesa

Si è svolta oggi la riunione della cabina di regia istituita da Giuseppe Ranieri per la realizzazione delle reti idriche e fognarie Il consorzio Lottisti San Giorgio: “Avanti tutta con le opere commissario”

TARQUINIA – Si è svolta oggi la riunione della ‘’cabina di regia’’ costituitasi su richiesta dei consorzi e formalizzata con deliberazione commissariale n.5 del 2019, per la realizzazione delle reti idriche e fognarie a servizio del territorio comunale in località San Giorgio.

“Quali Consorzi e Società legittimamente portatori di interesse diffusi ed indipendentemente  dalle situazioni edilizio-urbanistiche dei singoli comprensori – spiegano i consorzi – abbiamo confermato, con rinnovata convinzione, la nostra la condivisione incondizionata al prosieguo del percorso virtuoso avviato dal Commissario Straordinario. Così ci siamo pronunciati favorevolmente   sul progetto di realizzazione delle reti idrico-sanitarie comunali  esterne ai comprensori valutato nei precedenti incontri della Cabina di Regia, rinnovando al contempo la volontà di pervenire alla sottoscrizione di un Protocollo d’intesa che sancisca operativamente la realizzazione delle opere”.

“Ci teniamo a specificare che tale conferma si è resa indispensabile e doverosa per sgombrare il campo dalle strumentali e pretestuose eccezioni, manifestate in diverse modalità, da quanti perseguono finalità altre ed oscure dalla legalità e dalla riqualificazione e valorizzazione di un territorio ferito. Con forza affianchiamo l’azione del commissario straordinario, manifestando ancora una volta la nostra piena condivisione e partecipazione, convinti dell’efficacia dell’attuale azione amministrativa, dopo tanti anni di false promesse elettorali ed a contrasto delle persistenti ingannevoli garanzie di impunità che tutt’oggi si vogliono far credere ai cittadini”.

“Certi nella forza della legalità e nel rispetto dei valori e delle risorse del nostro territorio – concludono i consorzi – a difesa dell’equità sociale e del doveroso impegno dei privati portatori di legittimi interesse, crediamo nel raggiungimento dell’obiettivo di generale e pubblico interesse”.

ULTIME NEWS