Pubblicato il

Usi civici, Petrelli invita i cittadini ad opporsi

Usi civici, Petrelli invita i cittadini ad opporsi

CIVITAVECCHIA – Vittorio Petrelli torna ad intervenire sulla vicenda degli usi civici e consiglia ai cittadini di opporsi alla nuova perimetrazione dell’Università agraria. «Quando questa verrà legittimata – prosegue – i cittadini perderanno la titolarità del loro bene; di fatti, se la proprietà è gravata da vincolo  sia esso di demanio collettivo o gravame privato con la recente legge sugli usi civici, non è possibile venderla, lasciarla in eredità o mettere in cantiere dei lavori di ristrutturazione».

Petrelli quindi avvisa che non si potrà disporre pienamente «del proprio bene finché non si pagherà un tributo all’Università agraria, tributo il cui ammontare viene stabilito da una serie di norme. Inoltre, l’ultima sentenza della Corte Costituzionale ha stabilito che l’affrancamento debba essere fatto a prezzo pieno», cifra a cui si andrebbero ad aggiungere altri costi. Petrelli si unisce all’appello del pentastellato La Rosa e punta il dito contro quelli regionali Tidei e Minnucci e il presidente dell’Agraria De Paolis chiedendo il perché si faccia una nuova penetrazione ignorando «le aste pubbliche del 1827, grazie alle quali sono decaduti tutti i vincoli di uso civico almeno per la Tenuta delle Mortelle». Petrelli conclude sottolineando come siano stati aggiunti dei terreni rispetto alla vecchia perimetrazione.

ULTIME NEWS