Pubblicato il

Una mozione per potenziare la biblioteca di Villa Guglielmi

Una mozione per potenziare la biblioteca di Villa Guglielmi

Fiumicino. La proposta del Movimento 5 Stelle Fiumicino per riqualificare e rilanciare gli spazi culturali della città. Il consigliere pentastellato Ezio Pietrosanti: "Apertura anche di sabato e locale mensa per gli studenti"

FIUMICINO – Durante il Consiglio comunale di giovedì 14 marzo, verrà discussa la mozione del Movimento 5 Stelle, a prima firma del Capogruppo Ezio Pietrosanti, con la quale si impegna il Sindaco e la Giunta ad attuare determinate azioni per potenziare e migliorare il funzionamento della biblioteca di Villa Guglielmi. Lo rende noto, in un comunicato, il M5S di Fiumicino, aggiungendo: «Il Comune di Fiumicino è ad oggi molto carente per quanto riguarda biblioteche e spazi dove gli studenti possano studiare. In tutto il territorio comunale gli studenti hanno a disposizione un’unica biblioteca, quella di Villa Guglielmi». «Il nostro obiettivo è quello di spingere l’Amministrazione a potenziare il sistema di biblioteche del Comune – dichiara il consigliere Ezio Pietrosanti -, ad oggi gli studenti di tutto il territorio sono costretti ad arrivare fino ad Isola Sacra per poter studiare. Chiaramente comprendiamo che realizzare nuove biblioteche è un percorso complesso, quindi con questa mozione chiediamo intanto di andare a compensare le mancanze dell’unica esistente ad oggi». «La mozione chiede due cose in particolare: in primo luogo di ampliare l’orario di apertura includendo anche il sabato – si legge nel comunicato -. Questo per adeguare la nostra biblioteca agli orari delle biblioteche di Roma, la maggior parte delle quali è aperta anche durante il sabato. Inoltre c’è una ragione pratica: il sabato è il giorno in cui gli studenti non sono a scuola o all’università, e quindi hanno bisogno di un luogo dove studiare». «Il secondo impegno riguarda invece riqualificare lo spazio della biblioteca di Villa Guglielmi che era una volta adibito a cucina/bar. Si tratta di una stanza adiacente all’entrata della Biblioteca, ad oggi inutilizzata e fortemente degradata. Questa stanza può essere trasformata in uno spazio di cui gli studenti hanno invece un forte bisogno: una sala dove poter mangiare all’ora di pranzo, specialmente nelle giornate fredde o piovose. Queste richieste provengono dalla mia esperienza in prima persona, recandomi quasi ogni giorno in biblioteca per studiare, e dai numerosi feedback ricevuti da tanti ragazzi che usufruiscono quotidianamente della biblioteca – conclude Pietrosanti -. Stiamo parlando di due azioni semplici e con un basso costo per l’Amministrazione, che però avrebbero un impatto importante sulla vita degli studenti e sull’incentivazione della cultura sul nostro territorio. Ci auguriamo quindi che venga accolta favorevolmente dalla maggioranza».

ULTIME NEWS