Pubblicato il

Turismo, Santa Marinella vola a Miami

S. MARINELLA – Il delegato al Turismo Pierluigi D’Emilio si prepara per partecipare alla mostra del turismo di Miami e dopo aver portato a casa importanti accordi alla Bit di Milano, prospetta un futuro roseo per Santa Marinella, che darà vitalità agli operatori alberghieri. 
“L’amministrazione – dice D’Emilio – dopo un lavoro iniziato dai primi giorni del mandato, ha iniziato a portare sui tavoli degli operatori le sue linee guida relative allo sviluppo turistico. Proprio ieri, grazie alla preziosa ed illuminata collaborazione della Proloco di S. Severa del presidente Gentilini che ringrazio per la fattiva collaborazione, abbiamo aderito alla Italian Destination Interface, un progetto che, in sinergia con gli armatori, i tour operator e altri 20 Comuni, porteranno a vendere pacchetti turistici del nostro territorio ai crocieristi, mentre per il 2020 contiamo di farli soggiornare per due notti. Le linee guida sono finalmente operative, il nostro materiale ed i contatti presi alla Bit di Milano stanno portando i loro frutti. Ora ci aspetta la sfida più grande, Miami”.

“Li ci giocheremo la partita più ambiziosa – continua il delegato al turismo – per riportare in città un turismo di qualità. A breve convocheremo un incontro con gli operatori del settore per concertare con loro le azioni e recepirne le necessità. A giorni sarà disponibile una parte del materiale promozionale della città, che verrà messo a disposizione degli esercenti. Così come stiamo lavorando per avere finalmente attivo il punto di informazione turistica di Piazza Civitavecchia, che svolga il ruolo per cui è deputato. Molte le cose in cantiere, dalla programmazione di una estate degna della storia di questa città, passando per le sinergie internazionali iniziate a dicembre con gli ambasciatori venuti in visita presso il castello di S. Severa”. 

“Come delegato al turismo – conclude D’Emilio – vorrei ringraziare il Sindaco Tidei per averci incoraggiato e consigliato, soprattutto nei momenti più duri. Ed un grazie va anche a tutti i miei colleghi di maggioranza che, con la loro collaborazione, hanno reso possibile quello che sembrava impossibile. La città inizia a parlare altre lingue, inizia a guardare verso orizzonti internazionali. Finalmente usciamo dal guscio proponendoci per un turismo che non sia solo romano”.

ULTIME NEWS