Pubblicato il

D’Alessandro: A Civitavecchia scelgo la Lucernoni

D’Alessandro: A Civitavecchia scelgo la Lucernoni

SANTA MARINELLA – “Se proprio devo esprimere un parere sulle due liste del M5S a Civitavecchia, scelgo quella del vice sindaco uscente. Difficilmente parteggio per chi spacca, la seconda lista è ispirata da una famosa parlamentare che in questi anni è andata avanti a suon di cordate e cerchi magici”. A dirlo è Sandro D’Alessandro ex candidato consigliere del M5S di Santa Marinella, fuoriuscito dopo le elezioni comunali. “Questa parlamentare – continua D’Alessandro – è la stessa che ha avuto sempre tappetini rossi anche a Santa Marinella da parte di un esponente storico, che ha fatto del M5S una sua proprietà, facendo terra bruciata intorno ad una sana crescita dell’attivismo locale. In un’ottica più generale della politica, credo che sia positivo per tutti provare ad allungare a dieci anni l’arco temporale di governo. Sindaci e maggioranze che lavorano per risanare bilanci disastrati e saccheggiati devono avere la possibilità di mettere a frutto per la collettività la loro politica di risanamento. Cambiare troppo velocemente ha poco senso ed è rischioso. Questo vale per Civitavecchia, lo davo come lecita possibilità all’ex sindaco di centro destra di Santa Marinella e dovrebbe valere anche per quello attuale, ovviamente tolti i casi eccezionali di disastri amministrativi. Questo è un modo di ragionare politico che combatte la schizofrenia elettorale che attanaglia il nostro Paese e che va a discapito di un ritorno alla politica seria. Per il M5S di Santa Marinella, sostanzialmente tutto è fermo ancora al 2013. La crisi attuale che sta attraversando, fondamentalmente è che si è travisato il senso profondo dell’uno vale uno e siamo arrivati che esistono decine di migliaia di Movimenti. Mi piacerebbe sentire cosa pensa di ciò uno dei due padri fondatori, Beppe Grillo”.

ULTIME NEWS