Pubblicato il

Stato di salute, Forum ambientalista: ''Sconcertati dall’interpretazione della Asl''

Stato di salute, Forum ambientalista:  ''Sconcertati dall’interpretazione della Asl''

CIVITAVECCHIA – «Siamo rimasti sconcertati nel leggere l’interpretazione fornita dalla Asl basata su una esposizione confusa di informazioni parziali e frammentarie, coll’intento di smentire interpretazioni poco rassicuranti e fornire, al contrario, una versione del quadro sanitario tranquillizzante e in linea con la media regionale».

Duro intervento del Forum ambientalista sui dati riguardanti  lo stato di salute del Lazio disponibili dal 14 febbraio sul portale della Regione. Per quanto riguarda i dati dell’incidenza dei tumori maligni risulta, «tutte le sedi tumorali – tasso standardizzato (per 100mila residenti): il distretto Rm4 F1 si colloca al secondo posto nella scala dei valori più alti – spiegano da Forum ambientalista – dopo il distretto di Colleferro (su totale di 42 distretti del Lazio), considerando il periodo 2010- 2017 (i dati sono disponibili fino all’anno 2017); tumore colon, retto e ano: l’indagine ci fornisce lo stesso risultato, come secondo valore più alto di tasso standardizzato dopo Colleferro, per lo stesso periodo considerato (rischio relativo +16% rispetto alla regione); tumore rene e altri organi urinari: Asl Rm4 distretto F1 si colloca al primo posto come tasso standardizzato più alto rispetto a tutti i distretti laziali nello stesso periodo 2010- 2017. Per quanto riguarda i tumori alla trachea, ai bronchi e ai polmoni la Asl Roma 4, considerata complessivamente, si colloca al primo posto fra tutte le 10 Asl del Lazio (tasso standardizzato per 100mila residenti = 76,1) – concludono – ben al di sopra della media regionale, con riferimento agli ultimi tre anni disponibili 2015, 2016, 2017».

ULTIME NEWS