Pubblicato il

Appalto rifiuti come il vaso di Pandora

Appalto rifiuti come il vaso di Pandora

De Angelis e Orsomando lo agitano per portarlo allo scoperto. Gravi se provate le affermazioni del sindaco in determinati contesti   

di TONI MORETTI

CERVETERI – Sconcerto ha creato ieri la pubblicazione della nota di De Angelis e Orsomando, nota agguerrita, dalla quale traspare la volontà dei due a portare a compimento il lavoro di denuncia e di richiesta di verità che non arriva facendo parlare il silenzio, il tergiversare, il passare ad altri la palla. Un tipo di mielina che non promette niente di buono e che consentirebbe solo al sindaco Pascucci di guadagnare ancora tempo per compiere la traversata con la nave in avaria prima che venga inghiottita dai flutti, perchè che la «nave sia in avaria –  come dicono i due – è cosa certa». In effetti basta entrare un po’ più a fondo almeno in uno degli argomenti che i due consiglieri hanno appena scoperchiato e notare che è tanta la sicurezza con la quale i due agitano carte ed altro che non vedono l’ora di far vedere, magari su tavoli terzi e pertanto le denunce minacciate sarebbe come invitarli a nozze per portare finalmente alla luce il vaso di Pandora. E’ quando si parla dell’appalto dei rifiuti che tremano le gambe. Una storia nata male ma continuata ad essere gestita ancora peggio, secondo quanto affermano e sostengono di poter provare De Angelis e Orsomando, che potrebbe finire in una maniera ingloriosa. Quanto possono pesare infatti e a che livello, quando i due affermano ed attribuiscono al sindaco parole del tipo: Lla stessa ditta non è affidabile, il rapporto è conflittuale, i mezzi non ci stanno, il servizio non funziona e che è una situazione complicata?. Che non fa il servizio e che dovevano essere presi sedici lavoratori e ne hanno presi trentadue?.  Che gli hai dato troppi soldi rispetto al lavoro che fanno  e le tue intenzioni erano quelle di fargli causa per riavere i soldi indietro perché loro non lo stanno facendo? Che è stato detto che in due stagioni sarebbero stati stabilizzati i lavoratori e che si stava spingendo con l’azienda per cercare di far rimanere dentro la gente?. Ma allora l’Amministrazione può intervenire sulle politiche  assunzionali delle aziende appaltatrici di servizi comunali?». 

ULTIME NEWS