Pubblicato il

La storia di Stefano Cucchi al Sala Buonarroti

Studenti di Marconi e Guglielmotti in sala per il film ‘‘Sulla mia pelle’’

Studenti di Marconi e Guglielmotti in sala per il film ‘‘Sulla mia pelle’’

di FEDERICA CONGIU

CIVITAVECCHIA – È stato proiettato nella mattinata di ieri, presso il cineteatro Sala Buonarroti, alla presenza di studenti e docenti degli istituti G. Marconi e Guglielmotti, ‘‘Sulla mia pelle’’, il film di Alessio Cremonini, che ripercorre gli ultimi sette giorni di vita di Stefano Cucchi, il giovane romano, morto nel 2009 in carcere, per cause non ancora confermate. Il tema trattato ha visto i giovani presenti non solo molto presi e rispettosi della situazione ma anche attenti alle dichiarazioni degli ospiti intervenuti, creando con gli stessi un dibattito costruttivo. «Dal 1991 ci occupiamo a livello nazionale di produrre riflessioni teoriche sul carcere e la detenzione – ha commentato Carolina Antonucci, dell’associazione Antigone – dal ‘97 abbiamo la possibilità di entrare nelle carceri e osservare le condizioni nelle quali i detenuti vivano». È importante porre al centro di ogni situazione i diritti umani e civili e non sottostare alla generalizzazione e all’etichettamento.  «La realtà vissuta da Stefano e dalla sua famiglia è stata molto più dura – ha affermato Fabio Anselmo, avvocato che da anni si occupa della questione – si tratta di vicende umane che apparentemente possono sembrare lontane da tutti noi, ma che in realtà ci riguardano poiché si tratta di umanità». Presente nel corso della mattinata anche Gianluca Peciola della Regione Lazio.

ULTIME NEWS