Pubblicato il

Semi di Pace : ''Servono risposte concrete per i cittadini disagiati'' 

Semi di Pace : ''Servono risposte concrete per i cittadini disagiati'' 

Appello dell’associazione ai candidati sindaco di Tarquinia affinché inseriscano nei programmi un’attenzione specifica alle emergenze  «Per attuare lo sviluppo di una comunità è necessario prima di tutto operare sulle necessità di coloro che versano in condizioni di difficoltà»

TARQUINIA – Appello dell’associazione Semi di pace ai candidati sindaco del Comune di Tarquinia affinchè inseriscano nei loro programmi un’attenzione specifica alle emergenze in città. L’associazione umanitaria Semi di Pace, nata a Tarquinia nel 1980, da quasi quarant’anni svolge infatti nella città e nel territorio limitrofo un’incessante opera di servizio sociale rivolta alle categorie più fragili della comunità, in particolare anziani, famiglie, donne e persone con disabilità. Al momento l’associazione si prende cura costantemente di oltre 300 indigenti tra i quali figurano 123 nuclei familiari e 172 donne; inoltre, nel 2018 sono stati distribuiti più di 6000 pacchi di beni di prima necessità.
«Per pensare e attuare lo sviluppo di una comunità è indispensabile, in prima istanza, dare risposte concrete e decise alle necessità dei cittadini che si trovano in condizione di povertà reale – affermano da Semi di pace –  È da questa riflessione che nasce l’appello di Semi di pace affinché nei programmi degli schieramenti politici in corsa per le prossime elezioni amministrative a Tarquinia sia presente un’attenzione specifica alla suddetta e ad altre emergenze, che l’associazione conosce e affronta ogni giorno». Il ruolo che la Cittadella di Semi di Pace ha assunto per la popolazione di Tarquinia negli ultimi decenni è quello di un punto di riferimento, un luogo di ascolto e condivisione, in cui cercare e dare sostegno attraverso le molte attività che vi si svolgono grazie alla dedizione dei volontari, molti dei quali sono giovani impegnati nel Servizio Civile. Oltre che nella lotta alla povertà, l’associazione opera in diversi altri ambiti di utilità sociale, come il sostegno alla maternità. Semi di Pace è inoltre abilitata ad accogliere soggetti per lo svolgimento di lavori di pubblica utilità e per l’Istituto della messa alla prova. Tra le iniziative più recenti  figurano il progetto ‘‘Noi speriamo che ce la caviamo da soli’’, che mira alla sperimentazione di percorsi di autonomia per ragazzi diversamente abili, e il progetto ‘‘Rondini’’, che ha permesso l’attivazione di un centro di ascolto psicologico e assistenza legale contro la violenza sulle donne, il bullismo e la dipendenza dal gioco d’azzardo, che sarà inaugurato il 26 marzo. Per il desiderio di cooperare con le istituzioni politiche per la lotta alle emergenze, Semi di pace invita quindi formalmente i candidati delle prossime elezioni amministrative di Tarquinia a essere presenti all’inaugurazione del centro il 26 marzo alle ore 10,30 presso la Cittadella di Semi di Pace (loc. Vigna del Piano snc, Tarquinia) e a manifestare, attraverso la loro partecipazione, l’attenzione dovuta alle problematiche che saranno esposte in quella sede.

ULTIME NEWS