Pubblicato il

Crispu su ex anagrafe: ''Il sindaco Tidei fa confusione''

Prosegue il dibattito sul destino dell’immobile

Prosegue il dibattito sul destino dell’immobile

SANTA MARINELLA – Uno dei dirigenti del Paese che Vorrei, Stefano Crispu, interviene sulla questione relativa ai fondi stanziati dal Ministero per ristrutturare l’edificio ex Anagrafe. “Una teoria piuttosto ardita – dice Crispu – che probabilmente, per miei limiti personali, fatico a comprendere. Abbiamo un immobile dichiarato inagibile, cui la precedente commissaria ha attribuito un valore catastale di circa 380mila euro. Il sindaco lo inserisce fra i beni alienabili, ossia fra le cose da vendere per ripianare, in piccolissima parte, i debiti che la precedente amministrazione ha contratto, con i nostri soldi. Il Ministero dell’Interno finanzia con 700mila euro la ristrutturazione dell’edificio, con soldi pubblici, il sindaco si dichiara soddisfatto di poter spendere 700mila euro dei nostri soldi per procedere alla ristrutturazione, per poi vendere il palazzo al miglior offerente, per almeno un milione di euro. Ma chi viene dichiarato confuso è il consigliere di opposizione Fiorucci. Mi sento confuso anche io”.

ULTIME NEWS