Pubblicato il

''Mai un resoconto sui programmi di sviluppo turistico''

''Mai un resoconto sui programmi di sviluppo turistico''

Il consigliere comunale del M5S Francesco Settanni critica il progetto presentato dal delegato  Pierluigi D’Emilio

SANTA MARINELLA – In un post ironico firmato dal consigliere comunale del M5S Francesco Settanni, si critica il progetto presentato dal delegato comunale Pierluigi D’Emilio che ha organizzato una delegazione che parteciperà alla mostra internazionale di Miami sul turismo. «Dobbiamo cominciare a sfogliare uno per uno i petali di una margherita – dice l’esponente grillino – visto che arriva la primavera, per chiedere se Miami ama o non ama Santa Marinella. Le frequentazioni di questa maggioranza con la metropoli americana, stanno diventando sempre più numerose sulla via dell’Atlantico tracciata dal sindaco. Tuttavia, ci sorge qualche perplessità su come questa maggioranza si sta muovendo. Qualche tempo fa, è stata strombazzata in pompa magna, la partecipazione al Bit di Milano. Grandi proclami alla partenza, ma ai cittadini non hanno mai raccontato quali sono stati i risultati di questa partecipazione. In un articolo si dice di aver portato a casa importanti accordi da quell’evento. Qualcuno li ha mai partecipati alla comunità cittadina? Ora si vola a Miami, un bel viaggio di sicuro”. “Mentre il governo giallo-verde – continua Settanni – fa accordi sulla via della seta con un importante partner commerciale come la Cina, informando tutti gli italiani dei contenuti delle intese diplomatiche e commerciali e viene criticato con la fuffa dalle opposizioni, noi ci chiediamo prima di andare a fare il marketing della città di Santa Marinella sulla via dell’Atlantico, come mai ai santamarinellesi non è mai stato detto nulla, nel dettaglio si intende, sui programmi di sviluppo turistico? “Quale futuro? – si chiede il leader 5 Stelle – quale piano turistico? Quali provvedimenti operativi concreti di rilancio? Quali accordi con le associazioni di categoria locale artigiani, commercianti, produttori gastronomici locali e con gli operatori turistico-alberghieri? Quali attività fieristiche di rilievo? Quali misure di riqualificazione e ammodernamento competitivo delle strutture balneari e delle spiagge libere? Quali provvedimenti operativi per assicurare la piena fruibilità del mare con l’apertura dei varchi chiusi da decenni? Quali azioni per migliorare il decoro della città che si presenta ancora sporca e maltenuta? Quali accordi e intese assunti per costruire un percorso turistico basato sulla valorizzazione, non solo del solito castello di Santa Severa, ma di un più ampio raggio di presenze artistico-architettoniche ed archeologiche ubicate nel territorio circostante? Quale piano dei trasporti per assicurare la mobilità dei turisti in tutta l’area del territorio? Quali interventi infrastrutturali legati alla promozione turistica dei siti archeologica in loco?

ULTIME NEWS