Pubblicato il

Arrestato ristoratore pratese dalla Squadra Mobile: deteneva una consistente quantità di hashish e una pistola

PRATO – Nel pomeriggio di sabato 16 marzo scorso, alle ore 17.30 circa, personale di questa Squadra Mobile – Sez. III “Reati contro il Patrimonio e la Pubblica Amministrazione” –  ha tratto in arresto per il reato di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti un quarantenne pratese incensurato, titolare di un ristorante della zona sud di Prato, nell’occasione sequestrando sostanza stupefacente di tipo hashish per 363 grammi nonché una pistola semiautomatica Browning FN cal. 6,35 con caricatore e due cartucce. All’arresto si è giunti a seguito dell’intervento, sabato pomeriggio, di una Volante presso il locale Pronto Soccorso, in quanto poco prima si era lì presentato un trentenne, poi risultato essere un cameriere italiano del ristorante gestito dall’uomo arrestato, il quale  presentava una ferita sospetta alla coscia destra, sicuramente dovuta ad un colpo di arma da fuoco. 

 

COLPO DI ARMA DA FUOCO PARTITO DA UN RISTORANTE

Interrogato sulla vicenda, dopo una iniziale reticenza, il trentenne ammetteva che il suo ferimento si era accidentalmente verificato la sera/notte precedente, quindi tra venerdì e sabato, nel ristorante dove lavorava, mentre il locale era in chiusura. Dagli accertamenti esperiti da questa Squadra Mobile è emerso che il colpo sarebbe stato esploso, all’apparenza accidentalmente, dal ristoratore; sono in corso accertamenti  per verificare gli elementi su cui si basa la fondatezza della predetta ricostruzione. Tempestivamente, gli uomini della Squadra Mobile procedevano ad una perquisizione all’interno del ristorante, che permetteva di rinvenire e sequestrare, custodita in un armadietto, in uso al ristoratore, sostanza stupefacente di tipo hashish per 363 grammi;  la pistola da cui era partito il colpo veniva invece rinvenuta a seguito dell’ammissione del ristoratore,  abbandonata in un campo vicino.  (Agg.18/3 ore 19,22)

CONCESSI GLI ARRESTI DOMICILIARI

In base alle risultanze emerse, il quarantenne ristoratore pratese veniva quindi tratto in arresto e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, tradotto presso la sua abitazione, in regime di arresti domiciliari, in attesa del rito di direttissimo. Sono in corso ulteriori accertamenti sulla pistola, usata e detenuta dal ristoratore, per verificarne la provenienza. (Agg.18/3 ore 19,27)

ULTIME NEWS