Pubblicato il

Sospesa senza alcun motivo la partita dell’Under 15

Sospesa senza alcun motivo la partita dell’Under 15

VERDECALCIO DLF CIVITAVECCHIA. Assurdo quanto capitato alla rosa di Pino Grosselli domenica al Gagliardini nella gara contro la seconda della classe Tevere Roma. Durante il secondo tempo, sul risultato di 1-0 in favore degli ospiti, il direttore di gara Riccardo Sacco della sezione di Civitavecchia al 31’ emana il triplice fischio e di conseguenza la fine anticipata del match a causa delle proteste eccessive da parte di entrambe le squadre. Incredulità sugli spalti. Domani il comunicato ufficiale: la partità dovrà essere ripetuta

Qualcosa di veramente assurdo quello che è capitato domenica al Dlf. Una scena che ha a che fare con l’incredibile, un episodio raro che è difficile vedere sui campi di gioco cittadini, invece domenica è successo per davvero. L’arbitro Riccardo Sacco della sezione di Civitavecchia ha clamorosamente sospeso la partita a causa delle eccessive proteste da parte di entrambe le squadre: sarebbe questa la motivazione più che plausibile per dare un senso ad una decisione alquanto insensata.
Domenica, nel match valevole per la 7^ giornata di ritorno del campionato Under 15 provinciale, i classe 2004 allenati da Pino Grosselli hanno affrontato la seconda della classe Tevere Roma in una partita che era a tutti gli effetti uno scontro diretto, visto che i capitolini ambivano alla vetta della classifica che era distante soltanto tre lunghezze e i biancoverdi che volevano arrivare nella zona playoff, date le sette giornate mancanti alla fine della regular season.
Dopo un primo tempo terminato a reti bianche, nella ripresa oltre al gol della Tevere Roma arrivato al quarto d’ora di gioco, poco dopo giunge l’episodio che ha scatenato incredulità e perplessità sugli spalti: a 4’ dalla fine del match arriva l’inaspettato triplice fischio dell’arbitro Sacco che dopo essere stato accerchiato da alcuni giocatori di entrambe le squadre per chiedere spiegazioni sulla decisione presa poco prima, il direttore di gara mettendosi paura ha deciso bene di mandare anzitempo tutti negli spogliatoi. Una scelta davvero strana, presa senza un senso logico, visto che a termini di regolamento non c’era nessun motivo per sospendere una partita che non stava creando nessun tipo di problema, se non qualche svariata protesta per falli eclatanti non sanzionati dal fischietto civitavecchiese. Decisione sconclusionata e pazzesca, tanto che il comunicato che verrà pubblicato domani darà torto all’arbitro, visto che la partita si dovrà rigiocare a data da destinarsi. Una cosa è sicura: la designazione arbitrale non era alla portata di Riccardo Sacco, essendo un match che vedeva sfidarsi la seconda della classe contro la settima in classifica.
Riguardo le altre due compagini biancoverdi, l’Under 16 regionale allenata da Mauro Di Giovanni perde in casa 2-1 contro il Montefiascone, mentre l’Under 15 regionale del tecnico Roberto Fara impatta a Roma 0-0 contro la capolista Honey Soccer City.

ULTIME NEWS