Pubblicato il

Al Granarone “Rettile Amico”, come riconoscere i serpenti

Al Granarone “Rettile Amico”, come riconoscere i serpenti

Corso gratuito di divulgazione scientifica per ragazzi ideato da Pamela Baiocchi  

CERVETERI – Scienza, natura e divulgazione continuano ad essere i protagonisti  al Granarone.  A grande richiesta la delegata alle Politiche Scolastiche del Comune di Cerveteri e divulgatrice scientifica Pamela Baiocchi è pronta a promuovere un nuovo straordinario appuntamento, totalmente gratuito dedicato ai ragazzi.
Il 5 aprile a partire dalle 17.30 arriva infatti “Rettile Amico”, un incontro di sensibilizzazione e introduzione al mondo dei serpenti.
«L’Aula Consiliare del Granarone sta diventando oramai luogo di cultura, divulgazione scientifica e culturale e di ritrovo per bambini, ragazzi e famiglie – ha dichiarato Pamela Baiocchi, che sin dai primi di gennaio sta coinvolgendo in tante iniziative culturali i piccoli della città – l’entusiasmo, la curiosità, il desiderio con le quali ogni volta partecipano alle iniziative promosse sinora mi riempiono di soddisfazione, così come le richieste di replicare e organizzare nuovi appuntamenti, simbolo che sono state gradite e che ne è stata apprezzata la genuinità e la bontà. Ma cosa sappiamo realmente dei serpenti? Sono davvero tutti pericolosi e temibili come si pensa? Ma soprattutto, come possiamo riconoscerli? – prosegue Baiocchi – I ragazzi potranno scoprirlo in prima persona. Potranno infatti visionare differenti specie di veri serpenti, tutti innocui, e potranno interagire con il materiale didattico-scientifico preparato per l’occasione».
Durante il pomeriggio dedicato ai serpenti, sarà presente in veste di esperto e relatore Roberto Marini, naturalista esperto allevatore di rettili, fondamentale, prezioso nella realizzazione dell’iniziativa.
Baiocchi conclude con un ringraziamento  speciale anche a «Graziano Ottaviani, artista naturalista di Cerveteri e specializzato in opere di disegno e di scultura, che a titolo totalmente gratuito realizzerà per i ragazzi, delle riproduzioni perfette, chiamate repliche museali, che potranno così godere di ulteriore materiale didattico e illustrativo durante il corso».
La partecipazione è totalmente gratuita, ma è necessario prenotare chiamando il numero: 3701291611

ULTIME NEWS