Pubblicato il

Fosso del Manganello, Pascucci assolto con formula piena

Fosso del Manganello, Pascucci assolto con formula piena

Il sindaco di Cerveteri era imputato per il reato di omissione in atti d’ufficio. «Esito che auspicavano perchè ho sempre basato il mio operato sul rispetto della legalità e sulla tutela dell’ambiente»  

di TONI MORETTI

CERVETERI – Omissione in atti di ufficio era il reato che si contestava al sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci imputato nella vicenda legata agli scarichi fognari nel fosso tombato del Manganello. Come si ricorderà, a seguito di minuziosi indagini alle quali parte attiva è stata la Capitaneria di Porto di Civitavecchia durante le quali vennero alla luce delle gravissime irregolarità in alcuni complessi immobiliari di Cerveteri che scaricavano direttamente al fosso senza nessun processo di depurazione arrivando così ad inquinare anche il mare di Ladispoli, tra i rinvii a giudizio che ne sono scaturiti, il sindaco Pascucci fu accusato di non aver posto in essere tutti gli atti necessari a evitare il danno ambientale. Ieri, con l’assoluzione con formula piena in primo grado al Tribunale penale di Civitavecchia, si testimonia invece che l’Amministrazione ha sempre operato nel rispetto della legalità e per la tutela dell’ambiente.
«Quello degli scarichi nel fosso del Manganello – dichiara Pascucci – è un problema che esisteva già da molti anni prima che io diventassi Sindaco per la prima volta. Quindi, l’indagine mi ha visto coinvolto solamente in quanto legale rappresentante del Comune di Cerveteri. L’assoluzione era l’esito che auspicavamo e che in fondo ho sempre creduto arrivasse, proprio perché ho basato il mio operato sul rispetto della legalità e sulla tutela dell’ambiente».
«Tornando all’argomento dell’indagine – prosegue Pascucci – non appena divenuta nota la situazione degli scarichi, la mia Amministrazione si è subito attivata coinvolgendo immediatamente Acea Ato 2 che, come gestore del servizio idrico e quindi detentore delle tubature delle nostre fogne, ha l’onere e la responsabilità degli interventi sulla rete. Nella parte alta della città il problema è stato subito risolto, mentre nella parte bassa, come avranno visto in molti, da poco si sono conclusi importanti lavori». E con una espressione in volto che non lascia dubbi sulla soddisfazione Pascucci conclude ringraziando «gli uffici del Comune  per il supporto fornito in tutta la fase processuale per il reperimento dei documenti necessari fino alla fine dell’iter e in particolare l’Avv. Marco Terracciano per il supporto legale che ha permesso di raggiungere questo importante risultato processuale».

ULTIME NEWS