Pubblicato il

Venezia-Mestre: rapina ai danni del titolare di un’agenzia immobiliare

VENEZIA – Il 25 marzo si è presentato al Commissariato di Marghera un cittadino italiano, titolare di un’agenzia immobiliare di Zelarino che, visibilmente scosso ha raccontato di essere stato rapinato poco prima a Mestre da un soggetto che lo aveva minacciato con una pistola. Il rapinatore nell’occasione gli ha portato via il denaro contante che aveva con se per un totale di 900 euro. Ai poliziotti  l’uomo ha raccontato di conoscere il rapinatore in quanto qualche giorno prima questi si è presentato con la fidanzata ad un appuntamento per vedere una casa in affitto. Al termine della visita la coppia, albanese lui e romena lei, ha lasciato una caparra di 900 euro per fermare l’immobile.

 

GLI AGENTI HANNO SUBITO INDIVIDUATO L’APPARTAMENTO DELLA DONNA

Il sabato successivo il titolare dell’agenzia è stato ricontattato dalla donna romena che gli ha chiesto con messaggi minatori la restituzione della caparra, pertanto la vittima ha deciso di fissare un appuntamento per la restituzione dei soldi il 25 marzo alle ore 12.00. All’incontro si è però presentato il fidanzato della romena che  impugnando una pistola  lo ha minacciato, gli ha sferrato un pugno e gli ha portato via i soldi in suo possesso. Da accertamenti i poliziotti sono riusciti ad individuare l’appartamento della donna al cui interno vi era la stessa in compagnia del fidanzato trovato ancora in possesso della pistola, rivelatasi una pistola di metallo a salve priva di qualsiasi tappo rosso, una scatola contenete 45 cartucce a salve e del denaro contante.  (Agg.27/3 ore 18,51)

NEI GUAI 26ENNE ALBANESE

 

Alla luce di quanto sopra H.G. 26 anni albanese, risultato irregolare sul Territorio Nazionale è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto per rapina aggravata in concorso e B.R. 31 anni della Romania è stata invece denunciata in stato di libertà per il reato di rapina aggravata in concorso. (Agg.27/3 ore 18,56)  

ULTIME NEWS