Pubblicato il

Ancora riflettori puntati sull'US Ladispoli

Ancora riflettori puntati sull'US Ladispoli

Ultime giornate per i rossoblu per raggiungere il traguardo. Fiducioso il consigliere Ardita. Ad aprile prenderanno il via i lavori da parte della ditta per risolvere i problemi di infiltrazione all'Angelo Sale

LADISPOLI – Ancora un appuntamento importante oggi per l’US Ladispoli. I rossoblu scenderanno sul campo per uno spareggio importante. Quello con la Torres. Parola d’ordine: vincere. Solo così la squadra ladispolana potrà aggiudicarsi una buona posizione in classifica, nella fascia dei play out. Tutto guardando sempre al Budoni, per poter raggiungere l’obiettivo finale: restare in serie D. E ad avere fiducia nella squadra di casa è il delegato alle società sportive Giovanni Ardita che però guarda anche all’Atletico Ladispoli. «Il match di domenica (oggi, ndr) nel campo dell’Aranova sembrerebbe proibitivo in quanto è considerata una delle favorite alla vittoria dei play out e con il quarto posto attuale sicuramente è candidata a salire, ma i giovani del presidente Nicolini stanno facendo molto bene e mai dire mai perché proveranno a giocarsela».
Il delegato alle società sportive coglie anche l’occasione per puntare i riflettori sui due campi di calcio utilizzati dalle due maggiori squadre ladispolane: l’Angelo Sale e il campo di Marina di San Nicola. Nel primo caso si tenterà una volta per tutte di porre fine alla problematica relativa alle infiltrazioni. I lavori da parte della ditta prenderanno il via a cominciare da aprile. In vista poi c’è anche la realizzazione della copertura delle tribune. Il primo cittadino Alessandro Grando ha infatti accolto la richiesta di mettere a bilancio 200mila euro per la realizzazione della struttura che servirà finalmente a dare riparo a quei tifosi che la domenica decideranno di portarsi allo stadio per dare sostegno alla squadra. Per quanto riguarda invece il campo di Marina di San Nicola, con il nuovo bando, è in programma il rifacimento del tappeto verde. «Stiamo inoltre guardando con attenzione ai bandi regionali – ha inoltre detto Ardita – per regolamentare e ammodernare lo stadio Lombardi».

ULTIME NEWS