Pubblicato il

Una veglia in memoria di Tomasz

Una veglia in memoria di Tomasz

CIVITAVECCHIA – Non si sono mai risparmiati, hanno sempre dato e continuano a dare il massimo per fronteggiare l’emergenza, ma i miracoli, quando si parla di persone che vivono ai margini, nessuno è in grado di farli. I volontari della Comunità Sant’Egidio da sempre operano in prima linea per sostenere i più deboli: aiuti materiali, pranzi e cene di solidarietà,. attività nate per coinvolgere tutte quelle persone che vivono in accampamenti di fortuna. Certo, le istituzioni potrebbero fare sicuramente di più. Potrebbero ad esempio promuovere programmi di integrazione, nonostante le note difficoltà che si incontrano quando si tratta di riportare chi magari ha deciso di vivere per strada su un binario dritto. 
Tomasz Lucawski, il 37enne trovato morto alla Marina, non era un fannullone. Certo, lo stile di vita che conduceva lo ha portato a un decesso prematuro, ma quando si trattava di dare una mano, di collaborare con la Sant’Egidio, era sempre disponibile e pronto ad eseguire l’incarico che gli veniva affidato.
Oggi alle 19,30 presso la Chiesa di San Giovanni Battista in piazza  Saffi si svolgerà una veglia  di preghiera cittadina in memoria di Tomasz.
«La Comunità di Sant’Egidio – spiega il presidente Massimo Magnano –  lo vuole ricordare insieme alla Croce Rossa, alle istituzioni ed ai tanti che lo avevano conosciuto ed erano suoi amici».

ULTIME NEWS