Pubblicato il

Circa cento bambini a ‘‘Rettile amico’’

Circa cento bambini a ‘‘Rettile amico’’

Boom di adesioni al corso gratuito ideato da Pamela Baiocchi, delegata e divulgatrice scientifica. Un appuntamento pensato per i più piccoli con il contributo di Roberto Marini, naturalista e allevatore di serpenti   

di GIULIANA OLZAI

CERVETERI – Circa 100 bambini e bambine, accompagnati dai loro genitori, hanno partecipato nel pomeriggio di venerdì scorso al Granarone al corso gratuito di sensibilizzazione e introduzione al mondo dei serpenti, ‘’Rettile amico’’, organizzato da Pamela Baiocchi,  delegata alle politiche scolastiche e divulgatrice scientifica. 
Un appassionante appuntamento con la scienza pensato su misura per i più piccoli, che ha visto il contributo straordinario di Roberto Marini, naturalista, allevatore ed esperto di serpenti, che fa parte anche lui dello staff di Nautilus Discovery, presidente Pamela Baiocchi. Nel ringraziare tutti Roberto Marini dice: «Rivedo lo stupore nei visi dei bambini mentre fanno le domande più bizzarre. I sorrisi complici dei miei amici ‘‘nascosti’’ tra le sedie, la mia famiglia venuta al completo, una collaboratrice eccezionale che ha saputo guidarmi e darmi forza.  Mi auguro sia stato solo l’ inizio di un grande percorso che porterà ad una maggiore attenzione verso la natura e gli animali». Grandi e piccoli infatti sono rimasti letteralmente incantati durante tutto l’incontro, e ancor di più quando hanno avuto la possibilità di entrare in  contatto con i serpenti in quanto l’esperto Marini ha portato alcuni esemplari viventi.  
Così, sempre sotto la sua massima supervisione, i bambini e i loro genitori, anch’essi curiosi, hanno avuto modo di fare “conoscenza” con due specie di serpenti: il Boaedon fuliginosus e il Panterophis guttata. Il naturalista già prima dell’evento comunicava con orgoglio e allo stesso tempo non nascondendo la sua emozione di «questo primo incontro con i bambini per la sensibilizzazione contro la solita mattanza sui serpenti, colpevoli di niente se non di popolare la nostra fantasia di luoghi comuni pieni di errori dettati dall’ignoranza. Spiegherò il lato ‘‘buono’’ e la loro utilità fondamentale nel grande cerchio della natura, che ricordo fino alla nausea non fa niente di inutile». 
«Ovviamente non sono finiti qui gli appuntamenti – dice Pamela Baiocchi – ne faremo altri nel mese di maggio, giugno e per tutta l’estate. E’ già tutto pronto per il secondo turno di “Dinosauria”, il corso dedicato ai dinosauri e per il quale già stanno giungendo numerose richieste. Appuntamenti questi che appassionano e che sono diventati un momento irrinunciabile all’interno della settimana dei ragazzi, che attendono trepidanti l’arrivo del giorno delle lezioni. Il mio obiettivo è quello di continuare per far crescere sempre di più nei più piccoli il desiderio di conoscere ed approfondire nuovi temi».

ULTIME NEWS