Pubblicato il

Csp, bilancio in utile: Gallo invita alla cautela

Csp, bilancio in utile: Gallo invita alla cautela

Il sindacalista non riesce a condividere l’ottimismo del Sindaco sui 30mila euro con cui si è chiuso il 2018. Il segretario della Uiltrasporti: "L’atto approvato si è avvalso della solidarietà dei lavoratori. Il 2019 presenta un indefinibile scenario"

CIVITAVECCHIA – «Senza voler nulla togliere ai meriti del Sindaco e della sua amministrazione sul lavoro svolto per mantenere i servizi comunali pubblici e salvaguardare tutti i lavoratori della vecchia Hcs fallita, bisogna analizzare e seguire con attenzione l’evoluzione gestionale della nuova società, onde evitare brutte sorprese». Si continua a discutere sul bilancio di Civitavecchia Servizi Pubblici. 
È il segretario della Uiltrasporti Gennaro Gallo ad invitare alla cautela, alla luce delle recenti dichiarazioni del sindaco Cozzolino  che, con entusiasmo, aveva sottolineato la chiusura del 2018 con il leggero utile di 30mila euro, parlando ‘‘dell’ennesima conferma che la strada intrapresa sulle società partecipate è quella giusta’’. 
Ma secondo Gallo davanti all’ottimismo del primo cittadino si staglia una situazione completamente diversa. 
«Vero è come afferma il Sindaco – ha spiegato il segretario della Uiltrasporti – che il bilancio della società dell’anno 2018 chiuderà con un leggerissimo utile, ma va anche detto che il bilancio del 2018 si è avvalso del contributo di solidarietà dei lavoratori. L’anno 2019 presenta un nuovo e indefinibile scenario».
E questo è legato soprattutto all’avvio, dal 1° aprile scorso, del nuovo servizio di raccolta dei rifiuti. Con l’entrata in vigore del ‘‘porta a porta’’, infatti, è stato rimesso in discussione  il delicato equilibrio dell’accordo sindacale sottoscritto a maggio 2017. 
«Prima e importante conseguenza scaturita dall’accordo sui nuovi orari di lavoro per il servizio porta a porta – ha ricordato Gallo – è stato l’annullamento per tutti i lavoratori di Csp della giornata di solidarietà ed ancora per l’aumentata esigenza di nuova forza lavoro  di  trasformare tutti i lavoratori a part-time a lavoratori a tempo pieno e più  ancora l’assunzione da agenzie  interinali di altra forza lavoro aggiuntiva per sostenere il nuovo onere del porta a porta. In pratica un massiccio  aumento dei costi di gestione da parte di Csp che se non adeguatamente ripianati  sicuramente porteranno ad un squilibrio di bilancio per l’anno 2019. Sindacalmente abbiamo favorito la decisione di  voler iniziare con la differenziata da parte dell’amministrazione comunale concludendo con Csp un faticoso accordo sindacale che ha consentito la partenza del servizio. Abbiamo anche ricevuto garanzie sulle compatibilità finanziaria della società a poterlo svolgere in equilibrio di bilancio. Noi ne abbiamo preso buona nota, ma qualche dubbio lo abbiamo. Per tutto quanto argomentato – ha concluso Gallo – non riusciamo a condividere l’ottimismo del Sindaco».  

ULTIME NEWS