Pubblicato il

Traiano, weekend da non perdere

Traiano, weekend da non perdere

Doppio appuntamento sul palco del teatro comunale con Alta infedeltà e Un sacchetto d’amore. Tra risate e riflessioni un fine settimana ricco grazie alle rassegne Ridens e D’Autore

CIVITAVECCHIA – Doppio appuntamento nel fine settimana al Traiano con la rassegna Ridens e D’Autore. Domani alle 21 sul palco del teatro comunale la divertente commedia firmata da Federica Susini, Alta infedeltà diretta e interpretata da Eduardo Saitta in scena con Massimo Procopio, Eleonora Musumeci, Lucia Debora Chiaia nell’ambito della rassegna Traiano Ridens a cura di Enrico Maria Falconi è frutto della collaborazione tra Atcl, Comune e Blue in the face. Marco e Luca, il primo sposato l’altro single sono due amici che condividono lavoro, hobby e passioni. La moglie di Marco, Detta, sta per partire per un fine settimana di vacanza con la sua più cara amica Vera ed è proprio questa assenza temporanea di Diletta che induce Marco a tentare di conquistare «per caso» la più bella donna della città. Marco con la complicità di Luca, che ha sempre avuto un debole mai confessato per Diletta, fa pervenire in casa dell’avvocato Luisa Geraci un pacco con un bracciale, una rosa ed un biglietto dal contenuto molto audace firmato “io” giusto per incuriosire l’affascinante donna. Per un caso fortuito Diletta rientra prima del previsto e trovando sul tavolo il regalo destinato alla Geraci ma soprattutto il biglietto, chiede alla sua amica Elettra chi avesse mandato quel regalo. Elettra chiaramente risponde di non sapere e Diletta, visibilmente presa e scossa da questo corteggiatore che si firma con il nome “io” porta con sé il regalo. Federico rientra in casa e si accorge che la moglie ha trovato il pacco, chiede strategicamente a che ora è prevista la sua partenza per l’indomani ma Diletta risponde che non parte più. Marco entra in crisi: la moglie rinuncia al suo divertimento perché adesso c’è un altro uomo nella sua vita. Appuntamenti, appostamenti, intrecci amorosi, tradimenti, corteggiamenti e situazioni paradossali si susseguono ininterrottamente ed in modo esilarante fino ad arrivare ad un finale in cui regna sovrana l’alta infedeltà. 

Ma domenica alle 18 torna sul palco la rassegna D’Autore di Davide Tassi con Antonella Questa, sola in scena, che compone un intero mondo di relazioni con vari personaggi per mostrarci il malessere di vivere nella invadente società dei consumi, facendoci ridere di gusto, con ironia e delicatezza, in Un Sacchetto d’amore. Cosa si nasconde dietro alle nuove dipendenze comportamentali? Come nascono, in quali contesti sociali e soprattutto familiari?Dietro queste patologie che, pur in ambiti diversi, sono in costante aumento, si nasconde un denominatore comune: la mancanza di relazione con noi stessi e con gli altri, l’incapacità di parlarsi e di ascoltarsi. Un meccanismo che si è insinuato nella società e in cui tutti, in un modo o nell’altro, ci ritroviamo inconsapevoli vittime. In Un Sacchetto d’amore Antonella affronta con la consueta ironia le dinamiche relazionali di oggi, costrette a fare i conti con un mondo sempre più rivolto al consumo, all’opulenza, al bisogno di avere per affermarsi. Un mondo in cui ogni cosa che desideriamo sembra essere a portata di mano, ma poi a mancare davvero sono i rapporti autentici ed è proprio questo che manca nella famiglia di Cinzia. 

ULTIME NEWS