Pubblicato il

Degrado, Izzo e Scarmigliati: ''Ordinanza da rispettare''

Il rappresentante di FdI e il delegato al verde della Svolta chiedono che l’amministrazione intervenga prima dell’estate: "Terreni privati incolti in via Benedetto Medici: rischio incendi e per l’igiene"

Il rappresentante di FdI e il delegato al verde della Svolta chiedono che l’amministrazione intervenga prima dell’estate: "Terreni privati incolti in via Benedetto Medici: rischio incendi e per l’igiene"

CIVITAVECCHIA – «In tutta la zona Cisterna Faro e soprattutto in via Bandita delle Mortelle ci sono terreni privati incolti, c’è un’ordinanza sindacale che va fatta rispettare».

Lo dichiarano il candidato al consiglio comunale di FdI Matteo Izzo e il delegato al verde della Svolta Roberto Scarmigliati che tornano a richiamare l’attenzione sul degrado e sull’incuria che ultimamente la fanno da padroni in molte zone di Civitavecchia. In particolare i due evidenziano come le sterpaglie, l’erba alta, i rovi e i residui di potature abbandonati tra via Bandita delle mortelle e via Benedetto Medici siano un rischio per l’igiene pubblica e, soprattutto, per gli incendi. Un’ipotesi da non minimizzare visti i fatti di due anni fa.

«Per la pulizia e la sistemazione dei terreni – ricordano Izzo e Scarmigliati – ci sono un’ordinanza sindacale specifica e una dirigenziale emanata dall’ufficio Ambiente affinché i proprietari intervengano per scongiurare eventuali problematiche e per il decoro urbano. Bisogna intervenire per evitare che si ripetano incendi come quello di due anni fa. In tutto questo – incalzano – l’amministrazione persevera in un totale disinteresse. Bisogna sollecitare i privati ad intervenire – concludono Izzo e Scarmigliati – prima dell’inizio dell’estate».

ULTIME NEWS