Pubblicato il

Idrico, problemi ancora irrisolti

La denuncia è del consigliere comunale Giovanni Sgamma L’esponente della minoranza chiede conto dell’incontro con i vertici Acea

La denuncia è del consigliere comunale Giovanni Sgamma L’esponente della minoranza chiede conto dell’incontro con i vertici Acea

ALLUMIERE – «Eccoci qua di nuovo ad affrontare il problema idrico nel nostro paese, ormai la secca dei rubinetti di  Allumiere ci rende famosi più del Palio degli Asini». Ad esprimersi così il consigliere comunale di opposizione Giovanni Sgamma il quale pone l’attenzione sul «grave problema idrico che persiste». «Tempo fa fu chiesto in consiglio comunale, da parte di tutta l’opposizione, un incontro con i vertici di Acea per cercare di ascoltare direttamente dalla voce dei dirigenti della Spa cosa ci rende così vulnerabili e così labili sulla questione acqua potabile – prosegue Giovanni Sgamma – io stesso ho protocollato, mesi fa, una richiesta scritta per ottenere chiarimenti sul problema pozzi di Allumiere con ulteriore richiesta di sopralluogo presso gli  stessi; ma tutto ciò ovviamente invano, nessuna risposto e non è seguita azione da parte degli amministratori. E pensare che siamo soltanto in primavera e se il buongiorno si vede dal mattino, questa estate cosa dovremo aspettarci?» Sgamma non si ferma e conclude: «Ad oggi ho protocollato in Comune una richiesta urgente per riuscire ad ottenere un incontro con i tecnici di Acea che operano sul nostro territorio e per capire la situazione reale dei nostri pozzi, e soprattutto, per avere delucidazioni su ciò che dobbiamo aspettarci e per essere informati sulle eventuali azioni che Acea ha intrapreso o intende intraprendere per porre rimedio a questa sempre più incolmabile carenza di acqua».
Protesta contro Acea anche da parte del consigliere di opoosizione di Articolo Uno, Simone Ceccarelli: «Ormai è lampante che Acea non è in grado di gestire il servizio idrico in maniera decente, il sindaco Pasquini ne prenda atto e si comporti di conseguenza reinternalizzando la gestione del servizio, oppure dichiari la sua impossibilità politica nell’andare contro ACEA e se ne vada a casa. Siamo ad una situazione ormai insostenibile, non è ancora estate e già manca l’acqua, è terrificante l’idea di quello che ci potrebbe aspettare tra due mesi. In consiglio comunale il sindaco Pasquini, illustrando il bilancio, ha annunciato trionfante l’imminente avvento di turisti dalle navi da crociera. Per adesso nemmeno l’ombra, ma mentre aspettiamo fiduciosi, ci chiediamo se la sua amministrazione possa essere in grado di accogliere turisti ad Allumiere. In compenso, è allo studio un piano di parcheggi a pagamento in tutta la piazza e zone limitrofe che verrà realizzato a breve: oltre al danno la beffa. Allumiere con questa amministrazione è diventato il paese in cui crescono le tasse e calano i servizi. C’è bisogno di una svolta radicale e la sinistra di questo paese non starà a guardare: se il sindaco non sarà in grado di risolvere il problema, inizieremo una lotta serrata contro di lui e contro Acea, per l’internalizzazione del servizio e, se sarà necessario, anche promuovendo una class action contro Acea per gli innumerevoli danni arrecati alla nostra popolazione».

ULTIME NEWS