Pubblicato il

Massacrata di botte: ematomi all’occhio e al braccio

Massacrata di botte: ematomi all’occhio e al braccio

La vicenda che vede vittima una giovane donna di Tarquinia coinvolge un noto pugile della città. Il caso è  al vaglio della Squadra mobile  La segnalazione alla Polizia è giunta dall’ospedale Belcolle dove la ragazza è sottoposta al percorso rosa

TARQUINIA – E’ giallo sulla presunta aggressione subita da una ragazza di Tarquinia diversi giorni fa. La vicenda, che  vedrebbe coinvolto anche un pugile di zona, è al vaglio degli agenti della Squadra Mobile informati dall’ospedale Belcolle di Viterbo dove la ragazza, madre di una bambina avuta da un precedente matrimonio, si è presentata dopo una prima visita al pronto soccorso di Tarquinia. 
 Lì, con un ematoma sull’occhio e uno al braccio, la ragazza è stata sottoposta come da prassi al percorso rosa delle vittime di violenza. «A chi ha fatto questa cosa a mia cugina domattina lo ammazzo» aveva scritto l’indomani sulla propria pagina Facebook un parente, postando le foto della ragazza col volto tumefatto. Foto poi repentinamente rimosse. In città la notizia, dopo il post di Facebook si è diffusa rapidamente. Saranno gli inquirenti a fare luce sulla vicenda che secondo quanto appreso sarebbe accaduta lo scorso 25 aprile. Al vaglio eventuali riscontri su un presunto incidente, secondo la versione di alcuni, che non sarebbe tuttavia compatibile con le ferite chiaramente emerse dalle foto pubblicate sui social, che renderebbero inequivocabile il fatto che la donna fosse stata colpita.

ULTIME NEWS