Pubblicato il

Flash mob notturno di Potere al Popolo

Flash mob notturno di Potere al Popolo

CIVITAVECCHIA – Un flash mob notturno, pacifico e creativo, da parte di Potere al Popolo che ha utilizzato alcune statue presenti in città per denunciare problemi legati all’ambiente, alla salute e allo sviluppo del territorio. “Abbiamo deciso di ”mascherare” temporaneamente alcuni simboli del sapere e della memoria cittadina – hanno spiegato – per ”smascherare” ciò che dovrebbe essere il vero epicentro del dibattito politico locale e che invece, troppo spesso, viene confinato dentro i recinti della vuota narrazione elettorale”.  Da Bacco a Calamatta, da Venere a Guglielmotti, dai prelati ai bersaglieri, “oggi la città torna a rivendicare con determinazione e maggiore consapevolezza – hanno aggiunto dal partito – il suo diritto ad un futuro diverso: con un porto che torni a garantire occupazione alla città; con i gruppi termoelettrici fuori dal carbone entro il 2025; con la tutela dei lavoratori di Tvn e dell’indotto delle centrali”. Fumi nocivi, milioni di tonnellate di polveri sottili, ricatto occupazionale, disoccupazione giovanile, malattie tumorali, inquinamento ambientale e sociale: questi i temi al centro della campagna notturna. 

E così, con questa iniziativa, alcune statue cittadine “hanno raccontato la storia delle oltre 9 milioni di tonnellate di gas serra emesse nel 2017 da Tvn – hanno spiegato da Potere al Popolo – dei tagli all’organico pianificati da Enel per la stessa centrale, dell’ombra pesante e spaventosa che le numerose fonti inquinanti presenti nel comprensorio impongono alla nostra comunità. Con questo flash mob, usando solo materiali utili a tutelare l’incolumità delle opere, continuiamo la nostra campagna comunicativa ribadendo con determinazione che non siamo più disposti a rimanere in silenzio di fronte a certe angherie. Le statue parlano, le persone agiscono e la lotta continua”. 

ULTIME NEWS