Pubblicato il

«Davide non sei solo»

«Davide non sei solo»

OMICIDIO VANNINI. Riccardo Casamassica scrive a Vannicola per esprimergli solidarietà.  L'appuntato testimone al processo Cucchi: «Non devi avere paura, la Procura ti chiamerà, ne sono sicuro»  

LADISPOLI – «Davide sono l’appuntato Casamassima Riccardo, non devi avere paura la Procura ti chiamerà ne sono sicuro». Queste le parole che Riccardo Casamassima testimone al processo Cucchi, ha lasciato impresse sulla bacheca di Davide Vannicola.

Vannicola nei giorni scorsi ha rilasciato delle dichiarazioni shock a Le Iene relative all’omicidio di Marco Vannini. Al microfono di Giulio Golia, il tolfetano ha puntato i riflettori su una confidenza che il maresciallo Izzo gli avrebbe fatto: che a sparare non sarebbe stato Ciontoli padre. Ma ancora di più: dal racconto di Vannicola sarebbe inoltre emerso che Antonio Ciontoli telefonò all’allora comandante della stazione dei Carabinieri di Ladispoli, prima della chiamata fatta da Federico, suo figlio, al 118, chiedendo aiuto per quanto avvenuto. All’indomani delle rivelazioni rilasciate al programma televisivo di Italia Uno, era emersa l’intenzione della Procura di sentire Vannicola come persona informata dei fatti. Ma lo stesso tolfetano nei giorni scorsi ha voluto sottolineare come ad oggi nessuno dalla Procura lo abbia contattato e che nel frattempo avrebbe inviato le sue dichiarazioni agli organi giudiziari competenti. Nel suo post Vannicola ha anche esternato le sue sensazioni: «Ho Paura” …. », «… il pericolo per me e la mia famiglia ora diventa concreto». Nei giorni scorsi inoltre, l’appuntato ha contatto anche i genitori di Marco: «Penso a quello che stanno passando perché una famiglia deve essere sottoposta a tutto questo».

 

ULTIME NEWS