Pubblicato il

Csp, l’Usb: ''Stiamo difendendo l’accordo sottoscritto''

CIVITAVECCHIA – «Stiamo solo difendendo l’accordo sottoscritto e i lavoratori che lo hanno recepito. E se stiamo sbagliando ora lo deciderà un Tribunale». Ne è convinta l’Usb che risponde in una nota «alle imprecisioni scritte in un volantino dai professori dei sindacati Cgil, Cisl e Uil». Flavio zeppa, Manlio Barletta e Francesco Scattaglia di Usb Civitavecchia-sezione municipalizzate incalzano: «Riteniamo vergognoso ed offensivo che ci si accusi di avere cambiato strada a risultato raggiunto per differenziarsi, per manifestarsi contro, per giocare al rilancio e quindi disdire tale accordo; menzogne che rispediamo al mittente. Siete voi – proseguono rivolgendosi alla triplice – che avete  voluto la trattativa in tavoli separati, siete voi che affermate che la Commissione paritetica ora non serve più ed era solo informativa; siete voi che  testimoniate contro chi invece sta difendendo l’accordo; siete voi che nei social vi rendete belli e combattivi e poi non fate nulla per contrastare ciò che l’azienda porta unilateralmente avanti». L’Usb si rivolge a Cgil, Cisl e Uil chiedendo che esprimano un parere netto sull’operato di Csp a due anni dalla costituzione.   

ULTIME NEWS