Pubblicato il

L’intervento della Protezione Civile mette in salvo l’Ipogeo di Clepsina

L’intervento della Protezione Civile mette in salvo l’Ipogeo di Clepsina

Complimenti giungono dal sindaco Pascucci e dalla Soprintendenza  

CERVETERI – «La nostra Protezione Civile si conferma un punto di forza per Cerveteri. A loro, i miei ringraziamenti a nome della Città tutta». Lo dice il sindaco Alessio Pascucci nel ringraziare i volontari che nonostante fossero già impegnati con uomini e mezzi nei servizi di sicurezza medica e sanitaria all’interno dei festeggiamenti di San Michele Arcangelo, sono intervenuti immediatamente con tre squadre, per salvare l’Ipogeo di Clepsina, oggetto di un allagamento dovuto alla rottura di una condotta della Acea Ato2 . 
Sabato mattina infatti prima delle ore 13 di sabato, il Gruppo Prociv, allertato dalla Stazione dei Carabinieri di Cerveteri dietro segnalazione dell’assistente al territorio della Soprintendente ai Beni Culturali Monica Arduini, è divenuto subito operativo in quanto la rottura della condotta stava mettendo a rischio il sito archeologico dell’Ipogeo di Clepsina, totalmente invaso dall’acqua. Secondo le stime del primo momento, c’erano oltre otto metri d’acqua all’interno delle varie stanze dell’Ipogeo. Per permettere agli esperti di potersi calare e verificare lo stato degli affreschi, la Prociv è intervenuta con tre idrovore carrellate, capaci di aspirare dai 600 ai 1500 litri al minuto, tanto che nel giro di qualche ora hanno reso il sito di nuovo accessibile. E’ grazie alla celerità e alla velocità del Gruppo operativo che gli affreschi sono stati salvati, nonché anche ad una tamponatura di chiusura che ha impedito l’ingresso della luce e facendo sì che l’acqua non li compromettesse.  L’intervento si è concluso poi in tarda serata, coordinato dal funzionario Bisegni e dal lavoro encomiabile di tantissimi volontari. Soddisfazione giunge infine anche dalla dottoressa Arduini della Soprintendenza, che dichiara: «E’ stato un intervento davvero fondamentale quello operato dalla Protezione Civile di Cerveteri, prezioso. Con rapidità e professionalità si sono messi subito a disposizione con mezzi e personale, salvaguardando un patrimonio di inestimabile valore quale l’Ipogeo di Clepsina».

 

ULTIME NEWS