Pubblicato il

Documento insufficiente e incompleto:  Sinistra democratica fa saltare l’accordo

Documento insufficiente e incompleto:  Sinistra democratica fa saltare l’accordo

LO STRAPPO. Niente pace armata con la maggioranza del sindaco Tidei Documento insufficiente e incompleto:  Sinistra democratica fa saltare l’accordo

S. MARINELLA – In un comunicato, Sinistra Democratica smentisce di aver sottoscritto un accordo con il sindaco Pietro Tidei, affermando che al momento non ci sono le condizioni per giungere ad una “pace armata” con l’attuale maggioranza a meno che, il primo cittadino, non condivida pienamente le richieste avanzate dal gruppo politico. “Dopo l’incontro avvenuto sabato scorso – dice il portavoce di Sinistra Democratica Giancarlo Ricci – si è convenuto che il Sindaco avrebbe scritto un documento che sarebbe stato condiviso e firmato anche da Sinistra Democratica. La cosa non è avvenuta, nel senso che, consideriamo il documento insufficiente e incompleto, perché non affronta le due questioni che per noi sono centrali, la necessità di ridimensionare, se non annullare, la presenza della destra nella coalizione, ritirando le deleghe assegnate a esponenti che erano al fianco di Bacheca nella precedente amministrazione, in particolare l’assessore Minghella e la questione dei project financing, che chiediamo venga rivista, essendoci stata una fuga in avanti non discussa approfonditamente e non condivisa”. Nell’incontro con il Sindaco, i rappresentanti di Sinistra Democratica avevano chiesto una accelerazione sulle commissioni d’indagine costituite un anno fa e che, secondo loro, ancora non hanno portato a nessuna evidente conclusione. Oltre alle commissioni, per SD è importante proteggere e difendere con ogni mezzo la sopravvivenza della Multiservizi assicurandole crescita e sviluppo. “Il Sindaco – continua Ricci – nel documento da lui redatto e che ci è stato inviato per consentirci una nostra valutazione, non ha parlato degli aspetti nodali e per noi imprescindibili che lui conosce, per cui non è stato da noi accolto e condiviso e tanto meno da noi controfirmato, se non esclusivamente nella parte che riguarda la necessità di svolgere maggioranze più frequenti per consentire più informazione e collegialità, e che noi condividiamo”. Ricci fa sapere che entro qualche giorno elaboreranno un loro contro documento da sottoporre al sindaco, contenente tutte le questioni già espresse sulla stampa nei giorni scorsi. “Per cui nessuna pace fatta e nessun accordo è stato raggiunto con Sinistra Democratica – conclude il portavoce di SD – ma un confronto ancora aperto in corso, sulla soluzione del quale si basa l’eventualità di un nostro cambiamento di posizione politica che è ancora è ferma alla lettera del 30 aprile, in cui si dichiara il nostro allontanamento dalla maggioranza e la consegna delle deleghe da parte dei rappresentanti di Sinistra Democratica”.

ULTIME NEWS