Pubblicato il

Oltre duecento collinari in viaggio per Roma

Oltre duecento collinari in viaggio per Roma

RACE FOR  THE CURE. Quattro autobus partiranno oggi per il Circo Massimo  per partecipare alla 20esima edizione della manifestazione promossa dall’associazione Susan G. Komen Franceschini: «È un evento unico che ha la capacità di coniugare al meglio sport, divertimento, emozioni ed impegno sociale»

TOLFA – In collina prosegue la battaglia contro i tumori al seno e oggi saranno in tanti a partire dalla collina per recarsi a Roma per partecipare alla 20esima edizione della Race for the Cure organizzata dall’associazione Susan G. Komen Italia e che si terrà come sempre nella splendida cornice del Circo Massimo passando poi tra le vie più belle e ricche di storia della capitale. Elena Riversi, la responsabile della Komen dei Monti della Tolfa, insieme a tanti volontari, hanno raccolto oltre 2500 iscrizioni e stamattina partiranno dai due comuni collinari  (e rispettive frazioni) ben 240 partecipanti a bordo di 4 pullman messi a disposizione dalle due amministrazioni comunali e dai due enti Agrari. In questi giorni in cui è attivo il villaggio della Komen e oggi, giorno della Race, ci sono molti esponenti del gruppo collinare che stanno tenendo alti i colori di Tolfa e Allumiere: l’allumierasca Ylenia Grosselli (della New Dance Evolution Center di Isabella Superchi di Allumiere) e il suo gruppo dal palco del villaggio hanno tenuto una travolgente lezione di ‘’Superjump’’ con le Big Jill Cooper e Laura Agnitelli: «Ringrazio di cuore Laura e Jill per l’opportunità che mi hanno dato e ringrazio soprattutto le mie allieve del corso delle 19 che mi hanno seguito. È stata una magnifica esperienza». Alcune donne hanno fatto volontariato nel villaggio; vari atleti collinari parteciperanno alla maratona competitiva e poi ci sono le meravigliose ‘’warriors’’ del laboratorio integrato di Allumiere (promosso dagli Amici della Musica di Allumiere) che si esibiranno stamattina sul palco proponendo, nel momento emozionante del lancio dei palloncini, la loro canzone (scritta dal maestro Scozzafava) che è ormai l’inno delle donne in rosa. La Race for the Cure, che si tiene ogni anno a Roma, è l’evento simbolo della Komen Italia ed è una mini-maratona di raccolta fondi che si propone di esprimere solidarietà alle donne che si confrontano con il tumore del seno e di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della prevenzione. “È una manifestazione unica, che ha la capacità di coniugare al meglio sport, divertimento, emozioni ed impegno sociale – spiega il dottor Franceschini (UOC Senologica Centro Interdipartimentale di Senologia del Pol. A.Gemelli e aderente alla Komen) – le protagoniste della Race sono le “Donne in Rosa”, cioè quelle donne che hanno affrontato personalmente il tumore del seno e che scelgono di rendersi intenzionalmente visibili indossando una maglietta ed un cappellino rosa. E’ quindi un incoraggiamento forte per le oltre 47.000 donne che ogni anno in Italia “incontrano” il tumore del seno a vivere questa esperienza in modo più aperto e sereno. Ma anche un segnale importante per favorire un approccio culturale più positivo alle malattie tumorali. Grazie poi all’impegno, al lavoro e all’entusiasmo dei nostri volontari questo evento riesce a coinvolgere un numero sempre maggiore di partecipanti”. Come sempre infatti sono sempre tanti i collinari che, grazie all’eccellente lavoro del dottor Gianluca Franceschini di Allumiere aderiscono alla campagna della Komen Italia onlus sulla prevenzione dei tumori al seno e che ogni anno accorrono alla ‘’Race for the cure’’. Il comitato collinare è coordinato da Elena Riversi: “La nostra forza è un gruppo eccezionale di volontari che rispondono ad ogni appello e che si impegnano a fondo per la causa – ha spiegato la Riversi – in oltre 200 partiremo con i pullman, ma molti altri ci raggiungeranno con mezzi propri e con il treno”. I residenti di Tolfa e Allumiere sin dall’inizio sono stati protagonisti di questa manifestazione, risultando la squadra più numerosa in ogni edizione. La Race for the Cure è un evento sportivo ma è soprattutto una ‘‘festa di solidarietà’’ per celebrare sia le donne che hanno affrontato e superato con successo l’esperienza del tumore al seno sia quelle che ancora si stanno confrontando con questa malattia; come dice lo slogan ‘’è una corsa per la vita nella quale le donne operate si rendono intenzionalmente visibili’’. 

ULTIME NEWS