Pubblicato il

Città Futura pensa al dopo carbone

CIVITAVECCHIA – Lo scorso 16 maggio, si è tenuto il convegno organizzato da Città Futura, sulle prospettive riguardo la Civitavecchia del dopo carbone. 

“È stato un dibattito, oltremodo interessante, seguito da una platea numerosa e appassionata. Le relazioni –spiegano dall’associazione – del professor Agostinelli e del dottor Ghirga hanno animato il confronto con nuovi spunti di riflessione di alto livello. Tutti gli intervenuti e le intervenute si sono ritrovati sulla contrarietà all’uso di qualsiasi combustibile fossile e sulla opportunità di costitutore un Comitato No Fossili”. 

Città Futura parteciperà all’appuntamento di domani ‘FridayForFuture’’. “Come è stato per il precedente corteo – continuano – ci saremo, per far parte, con convinzione, di questo nuovo movimento ambientalista globale. Anche per tutto questo, aderiamo e promuoviamo l’adesione al costituendo Comitato No Fossili. La futura amministrazione comunale si troverà a gestire il delicato momento di transizione al dopo carbone, una decisione che influenzerà le scelte in materia energetica e di salute per i prossimi decenni”. 

Viste le risultanze del Tavolo di lavoro in Comune con i sottosegretari e “rilevata la generalizzata contrarietà di tutti i partecipanti, in primis il Sindaco, al progetto proposto dall’Enel – aggiungono da Città Futura – al punto che i rappresentanti del Governo hanno dichiarato che inviteranno l’Enel a presentare una nuova proposta, vengono naturali alcune considerazioni: qual è la posizione ufficiale del Governo?  Brancola nel buio o prende tempo aspettando le elezioni, dopo di che getterà la maschera? È del tutto evidente – concludono dall’associazione – che alla vigilia del voto, su questo tema specifico, occorre chiarezza assoluta: invitiamo perciò i candidati sindaci esprimersi nettamente”.

ULTIME NEWS