Pubblicato il

Libera Informazione: il premio al giornalista Paolo Borrometi

Libera Informazione: il premio al giornalista Paolo Borrometi

CIVITAVECCHIA – È stato assegnato ieri al giornalista Paolo Borrometi il “Premio Libera Informazione-Memorial Sandro Mecozzi” giunto quest’anno alla sua ottava edizione. Dopo Marco Travaglio, Lirio Abbate, Ascanio Celestini, Don Luigi Merola, Maurizio Landini, Gherardo Colombo e Don Luigi Ciotti è stato scelto Borrometi, siciliano, classe 1983, attuale direttore della testata on line LaSpia.it e presidente dell’associazione Articolo 21, il quale da quasi quattro anni vive ormai sotto scorta dopo le sue coraggiose inchieste sulla mafia che hanno permesso tra l’altro di avviare significative indagini nei confronti di alcuni clan; motivo per cui è stato vittima nel 2014 di una aggressione e poi di successive minacce di morte che lo costringono ancora oggi a vivere sotto protezione.

La sua storia l’ha raccontata ieri a Tarquinia, con l’evento che è stato inserito nell’ambito della seconda festa “Rete di scuole – Giovanni Falcone”, nell’ottica di una indispensabile opera di sensibilizzazione degli studenti e di un loro proficuo coinvolgimento sull’argomento. Nel corso della mattinata Borrometi ha incontrato gli studenti delle scuole del comprensorio per poi, nel pomeriggio, ha presentato il suo libro “Un morto ogni tanto. La mia battaglia contro la mafia invisibile”. Proprio durante la presentazione gli è stato consegnato il “Premio Libera Informazione”, sempre nel ricordo del professor Sandro Mecozzi, indimenticato ed amato educatore di tantissimi studenti civitavecchiesi in ambito scolastico e sportivo. “Un appuntamento – hanno spiegato gli organizzatori – che intende valorizzare come sempre il contributo di coloro che si sono distinti con abnegazione, coraggio e senso dello Stato nell’affermazione del libero pensiero e della legalità, nel solco dei valori tracciati dalla nostra Costituzione”.

ULTIME NEWS