Pubblicato il

‘‘Verità e Giustizia’’: una giornata contro la violenza sulle donne

‘‘Verità e Giustizia’’: una giornata contro la violenza sulle donne

Organizzato dall’associazione Maraa Onlus, Consulta dei migranti, rione Cerenova Costantica e Parrocchia San Francesco   

CERVETERI – Una giornata contro ogni forma di violenza e contro le ingiustizie processuali. Ad organizzare l’iniziativa ‘’Verità e giustizia’’ è l’associazione Maraa Onlus, in collaborazione con il Rione Cerenova Costantica, la Consulta dei Migranti e la Parrocchia San Francesco d’Assisi con il patrocinio degli Assessorati alle politiche culturali, alle politiche sociali e alle attività produttive. Un ricco programma tra musica, dibattiti e cortei solidali che avrà luogo a Marina di Cerveteri nella giornata di sabato prossimo, 8 giugno. L’evento prende vita alle ore 10.30 in Largo Finizio, davanti la sede della Pro Loco Marina di Cerveteri, dove partirà un lungo corteo di solidarietà in ricordo di tutte le donne vittime di violenza. Ad accompagnare il percorso, straordinari artisti di strada con giochi di bolle di sapone. Dalle ore 12.30 ritrovo in Piazza Morbidelli, dove saranno allestiti stand di artigianato, laboratori creativi per bambini e punti ristoro. Alle 15 protagonisti gli artisti di strada. Alle 17.30 l’associazione Maraa Onlus ospiterà Lidia Vivoli e Rita Caldara, la prima scampata ad un femminicidio, e la seconda madre di Natasha Meatta, uccisa dal suo convivente, che si racconteranno tra dolore e iter processuali.
Dalle 18.30 spazio alla musica con la rock band ‘‘Stolen Car’’ che chiuderà la manifestazione.
«Ancora oggi i numeri delle donne vittime di violenza sono altissimi, spaventosi, inaccettabili in una società come la nostra, proiettata sempre più verso il futuro, ma dove non c’è giorno in cui non siamo costretti a leggere sulle cronache casi di femminicidi, abusi. Così come sentiamo ogni giorno le storie drammatiche di donne che non ricevono giustizia – spiegano le esponenti di Maraa Onlus – come associazione, come donne e come cittadine vogliamo manifestare in piazza, tra parole e musica la nostra solidarietà, la nostra vicinanza e la nostra protesta. Una giornata dedicata a tutte quelle donne, ragazze, giovani madri, che cercano ancora giustizia.»

 

ULTIME NEWS