Pubblicato il

Cantiere ex-Privilege, la Fiom Cgil chiede lumi sull'inizio dei lavori

Cantiere ex-Privilege, la Fiom Cgil chiede lumi sull'inizio dei lavori

Il sindacato: "Riteniamo sia arrivato il momento di avere risposte sulle prospettive di questo progetto"

CIVITAVECCHIA – “Cantiere ex Privilege: a quando l’avvio dei lavori?”. Se lo domanda la Fiom Cgil Civitavecchia Roma nord Viterbo che torna ad intervenire sulla vicenda.

Una brutta pagina della storia cittadina che sembrava finalmente andare verso una risoluzione quando la società maltese Royalton si era aggiudicata prima lo scafo P430 e, successivamente, l’intero cantiere.

Il 16 maggio la documentazione richiesta dall’Authority era stata presentata dai rappresentanti della Royalton, poi il silenzio ed è proprio questo a spaventare il sindacato che prosegue:

“L’acquisizione dello yacht e dell’area cantiere ex-Privilege – sottolineano – è stata una buona notizia accolta positivamente da tutti, soprattutto dal personale che ha lavorato per anni alla costruzione dello yacht, prima di un fallimento dalle conseguenze drammatiche che durano tuttora per i lavoratori e i loro familiari. Ad oggi, pur consapevoli che un progetto di tale portata ha bisogno di un tempo per essere avviato, sono trascorsi tantissimi mesi dall’acquisizione e riteniamo – concludono – che sia arrivato il momento di avere risposte sulle prospettive di questo progetto in termini di piano di sviluppo e inizio dei lavori”.

Per riaprire il cantiere è necessario il via libera dell’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno centro settentrionale. Secondo alcune indiscrezioni l’iter di verifica sarebbe in dirittura d’arrivo con un possibile via libera in arrivo per la metà del mese. I sindacati, intanto, chiedono risposte.

ULTIME NEWS