Pubblicato il

Port Mobility, spiragli nella vertenza

Port Mobility, spiragli nella vertenza

CIVITAVECCHIA – Si intravede una luce in fondo al tunnel della vertenza legata al futuro di Port Mobility. Qualche spiraglio positivo, infatti, si è aperto a seguito della riunione di mercoledì pomeriggio tra i vertici della società, guidati da Edgardo Azzopardi, e quelli di Molo Vespucci. A quanto pare a garantire le rassicurazioni auspicate sarebbe stata la segretaria generale dell’Adsp Roberta Macii, pronta a daprire un tavolo permanente per andare a risolvere le questioni aperte che hanno minato, negli ultimi periodi, i rapporti tra le due realtà. 
Sono state gettate le basi per un’intesa complessiva riguardo la tipologia di servizi che la società potrà svolgere all’interno dello scalo marittimo locale, ragionando in un’ottica più ampia, non più limitata ai 12 mesi, bensì strutturata a livello quinquennale. Un risultato importante per la società, che potrebbe quindi programmare con più tranquillità. 
Grazie al buon senso da entrambe le parti, quindi, si sta avviando un nuovo dialogo che permetterà, già dalla prossima settimana, come annunciato da Azzopardi, di poter procedere all’assunzione di personale stagionale – una quindicina di unità in tutto – per poter affrontare al meglio l’estate. Tanto che è stato già chiesto ai sindacati di sospendere l’attuale stato di agitazione. Non solo, la stessa società inviterà le organizzazioni sindacali ad un tavolo nel quale sarà discusso tutto ciò che concerne la contrattazione di secondo livello: punti, questo e quello legato all’assunzione degli stagionali, alla base proprio della dichiarazione dello stato di agitazione che di fatto ha bloccato la flessibilità mettendo in difficoltà l’organizzazione del lavoro in un momento di grande affluenza di crocieristi.

ULTIME NEWS