Pubblicato il

Banca a rischio chiusura: S. Severa chiede risposte

Banca a rischio chiusura: S. Severa chiede risposte

Il delegato Angelo Grimaldi: «Mi auguro si trovi una soluzione ragionevole»

SANTA MARINELLA – Si fa sempre più insistente la voce che a Santa Severa sarà chiusa la Filiale di Intesa San Paolo, ex Cassa di Risparmio di Civitavecchia. Su questo proposito, cominciano a farsi sentire gli abitanti della frazione, che protestano per il rischio che Santa Severa resti senza una banca. “La filiale – dice il delegato all’edilizia popolare e residente della frazione Angelo Grimaldi – aperta da oltre mezzo secolo, ha rappresentato un punto di riferimento indispensabile per la vita commerciale della frazione costituendo, per noi residenti, per le migliaia di turisti che la frequentano e per le oltre 200mila persone che hanno visitato il castello di Santa Severa, un punto basilare per l’intera comunità, Questa ipotesi di chiusura sarebbe gravemente penalizzante per tutti noi. Mi auguro quindi che prevalga il buon senso e che si trovi una soluzione ragionevole, come l’apertura per alcuni giorni, oppure il potenziamento dell’ufficio postale, con più risorse e più personale. Ho fatto presente il grave problema al Sindaco Tidei, il quale ha dato la sua immediata disponibilità per vedere di risolvere e trovare una soluzione. Personalmente, credo che sia arrivato il momento in cui è necessario superare le posizioni e le invidie e combattere uniti contro la perdita di questi pezzi di servizi che ci renderanno sempre più isolati. Ed è proprio su questo problema che occorre fare una seria e attenta valutazione ed un esame scrupoloso insieme a tutti i santaseverini”.

ULTIME NEWS