Pubblicato il

Terziario, Nunzi: ''Forse è il momento di fare un salto di qualità''

Il rappresentante dell’associazione Meno poltrone più panchine si rivolge alla nuova amministrazione

Il rappresentante dell’associazione Meno poltrone più panchine si rivolge alla nuova amministrazione

CIVITAVECCHIA – «Forse è il momento di fare un salto di qualità e riportare a vocazione turistica una città che commercialmente vive momenti tragici».

Lo scrive il rappresentante dell’associazione Meno poltrone più panchine Tullio Nunzi in una sorta di lettera rivolta alla nuova amministrazione comunale che invita ad una particolare attenzione al mondo del terziario cittadino, troppo spesso ignorato in questi anni.

«Civitavecchia è una città che vive di terziario – prosegue Nunzi – è sufficiente vedere i dati Istat per capire che oltre il 70% dell’occupazione deriva dal terziario e che il 70% delle aziende presenti appartiene al commercio e ai servizi».

Per Nunzi si tratta quindi di un settore importante «per il pil di questa Città; un settore molto spesso reputato Cenerentola, e non alla pari – aggiunge – di altri settori produttivi. Una categoria che da anni ha la sensazione di lavorare contro, non chiedendo mai sussidi  o forme di assistenza; chiedendo semplicemente di avere la possibilità di svolgere il proprio lavoro in un contesto urbano accettabile, con leggi  – sottolinea Nunzi – chiare possibilmente concertate con la categoria».

Per il rappresentante dell’associazione Mppp «il potenziale di questo settore se visto in modo sinergico con il porto – conclude Nunzi – ed integrato con logistica, cultura e territorio è incredibile e potrebbe portare benefici incalcolabili alla città ed all’occupazione».

Insomma quello di Nunzi è una sorta di appello o suggerimento che dir si voglia a fare, dopo anni, finalmente il bene del settore terziario cittadino.

ULTIME NEWS