Pubblicato il

Aperti i cancelli del Parco Marco Vannini

Aperti i cancelli del Parco Marco Vannini

Dedicato alla memoria del giovane cerveterano l’area verde di Largo Tuchulcha nota come ex Caerelandia. Pascucci: «Stiamo iniziando in queste ore tutte le procedure per arrivare all’intitolazione ufficiale»  

CERVETERI – Ieri mattina, come previsto, il sindaco Pascucci ha riaperto i cancelli dell’area verde del largo Tuchulcha, parco noto come ex Caerelandia per riconsegnarlo all’utilizzo dei cittadini facendo un annuncio senz’altro graditissimo alla popolazione. Quell’area verde diventerà infatti Parco Marco Vannini. Infatti, «in accordo con i famigliari di Marco – dice Pascucci – abbiamo deciso di pensare questo parco come un luogo di gioco e sorrisi per i bambini e le famiglie, con il ricordo sempre vivo nel cuore, di quel ragazzo di appena 20anni, Marco, strappato alla vita e all’amore dei suoi cari in una maniera così violenta e ingiusta. Stiamo iniziando in queste ore tutte le procedure per arrivare all’intitolazione ufficiale, nel frattempo, installeremo comunque una targa in ricordo di Marco all’ingresso di quello che per noi da oggi sarà Parco Marco Vannini». 
Sarà un parco attrezzato dedicato ai bimbi e ai ragazzi con aree apposite per lo svago e il divertimento, ma il completamento dell’area avverrà entro l’estate. Pascucci non ha perso l’occasione per ricordare i danni e i ritardi avuti per il contenzioso che si è aperto con la vecchia società di gestione che non solo come afferma si è opposta al rilascio richiesto dal comune per il mancato rispetto della convenzione ma ha provocato danni demolendo e sfasciando materiali che sarebbero dovuti rimanere al comune costringendo lo stesso ad eseguire dei lavori di bonifica e di pulizia per ben ottantamila euro di soldi pubblici anticipati dall’ente anche se eseguiti in danno della vecchia società concessionaria. Presenti all’apertura dei cancelli diversi rappresentanti dell’Amministrazione comunale, il responsabile di Protezione civile Renato Bisegni e alcuni cittadini. 
Non poteva mancare infatti il coordinatore della protezione civile comunale in quanto, sia pure in via temporanea, la gestione e la manutenzione del parco sarà affidata alla Protezione Civile comunale come del resto è avvenuto anche per il parco Fürstenfeldbruck, di via Oscar Romero rilasciata alcuni giorni fa dal privato che lo teneva in gestione per scadenza dei termini della convenzione e dunque rientrato a pieno titolo sotto la tutela dell’Ente. Anche questa area verde è già aperta e perfettamente fruibile 

ULTIME NEWS