Pubblicato il

Il Civitavecchia Express non sfreccia

Il Civitavecchia Express non sfreccia

Biglietteria affollata e lunghissime file per i turisti. Accoglienza ferma al palo, i disagi si ripercuotono ancora una volta sui pendolari

CIVITAVECCHIA – Lunghe file sul marciapiede esterno. Treni affollati, e non soltanto il Civitavecchia Express, dedicato proprio ai crocieristi. Ape calesse impiegate in servizi extra. È la situazione che si è creata giovedì in città, con l’arrivo in porto di quattro grandi navi da crociera e circa 12mila passeggeri movimentati, tra imbarchi  sbarchi. Una giornata che, ancora una volta, ha messo in evidenza le tante criticità legate all’accoglienza. A partire soprattutto dalla stazione ferroviaria.

Poco prima delle 10 l’atrio era pieno di turisti in cerca di informazioni ed in fila alla biglietteria, anche quella automatica, per acquistare un ticket per raggiungere la Capitale. Questo significa che in pochi hanno usufruito del Civitavecchia Express, il treno sperimentale fino a dicembre, dedicato esclusivamente ai crocieristi.  Dubbi e perplessità sul servizio, che non sembra aver centrato, al momento, l’obiettivo: specie quello di decongestionare i treni pendolari che, specie nel viaggio di ritorno pomeridiani sono pieni di turisti. Una cosa è certa, viste le file di giovedì scorso: c’è ancora tanto da lavorare, anche per migliorare i servizi taxi, Ncc, Tpl e ape calesse. 

ULTIME NEWS