Pubblicato il

Per la Cassazione il Sindaco può revocare gli amministratori nominati dal predecessore

Per la Cassazione il Sindaco può revocare gli amministratori nominati dal predecessore

CIVITAVECCHIA – Che sia una società in house o meno, un sindaco può nominare, designare o revocare gli amministratori nominati dal suo predecessore senza dover necessariamente attendere la scadenza del contratto o il mancato raggiungimento di determinati obiettivi, così come era stato disposto nello statuto di Csp votato a giugno dello scorso anno dal consiglio comunale. Una novità, questa, scritta nella sentenza depositata martedì scorso dalle sezioni unite della Cassazione e relativa al testo unico degli enti locali. In sostanza la nuova amministrazione comunale può e deve contare immediatamente su professionisti di fiducia anche nelle società che controlla o di cui, comunque, ha potere di nomina. E deve farlo, infatti, entro 45 giorni dall’insediamento. Viene quindi messo in evidenza il rapporto di natura fiduciaria necessari per perseguire gli obiettivi di gestione della partecipata che l’amministrazione comunale si propone di raggiungere. 

ULTIME NEWS