Pubblicato il

Boom di presenze per la Sagra della lumaca

Boom di presenze per la Sagra della lumaca

Partenza col botto per l’estate allumierasca  

ALLUMIERE – Partenza col botto per l’estate allumierasca con la 17^ edizione della Sagra della Lumaca che ha visto tutti i contradaioli della Nobile Contrada Sant’Antonio impegnati nella buona riuscita della festa. Anche quest’anno i biancorossi hanno registrato un boom di presenze per questo consueto appuntamento che coincide con la festa di San Giovanni, festeggiata con l’abbuffata di lumache come vuole la tradizione. Bancarelle e caroselli hanno animato e colorato il piazzale Cesare Moroni e non sono mancati i giochi e le attrazioni per i  bambini. La sagra si è aperta venerdì 21 col saggio della scuola di danza Dance World di Gabriella Moroni, che conferma successo di una collaborazione che va avanti da ormai molti anni. Il sabato sera è invece stato animato dai balli di gruppo di un trascinante Manolito e le sue ballerine ed ha visto una massiccia schiera di giovani cantare e ballare sulle note dei più grandi successi dell’estate che sta arrivando. La tre giorni si è chiusa con la lunga maratona di combattimenti organizzati dalla scuola di Muahi Thai di Leonardo Finori con atleti accorsi anche da altri paesi europei a conferma di come anche questo evento sia diventato un importante palcoscenico per i giovani atleti che si avvicendano sul ring (ricordiamo ad esempio Cristian Serafini che quest’anno parteciperà ai mondiali in Thailandia e Rachele Tidei la quale andrà a fare il mondiale). «È stato un grande successo, una delle migliori edizioni della sagra della lumaca ed è il giusto riconoscimento per il grande lavoro che i contradaioli svolgono tutto l’anno – ha sottolineato il presidente della Contrada Sant’Antonio, Sante Superchi – le cuoche che da un mese cucinano le lumache, il direttivo che da mesi lavora all’organizzazione dell’evento fino ai contradaioli che alla sagra vengono ad aiutare per contribuire al successo della festa. Rinnovo l’invito per la Festa della Provaccia del 24 agosto dove riproporremo l’Holi Festival, ossia il festival dei colori che l’anno scorso ha riscosso un grande successo. La Sagra della lumaca si conferma quindi un fiore all’occhiello per la nostra comunità, in grado di attirare turisti da tutto il Lazio e tramandare le vecchie tradizioni che è giusto non abbandonare».

ULTIME NEWS