Pubblicato il

Idrico, Frascarelli: ''Non faremo sconti''

Idrico, Frascarelli: ''Non faremo sconti''

Duro il consigliere comunale: "Se Acea si dimostrerà all’altezza noi saremo al loro fianco. Massimo dialogo con i cittadini". Ieri la riparazione di una grossa perdita e si pensa allo svuotamento del Bacino di Lasco del Falegname

CIVITAVECCHIA – Sul fronte idrico la situazione migliora per le zone a monte ma resta difficoltosa per molte zone al di sotto della Mediana. Un aggiornamento costante arriva dal consigliere comunale di Forza Italia Giancarlo Frascarelli, al lavoro sin dal primo giorno di crisi. «Stiamo lavorando – ha spiegato – queste settimane per noi sono un banco di prova e il nostro ‘‘monitor’’ del servizio idrico sono i rubinetti dei cittadini. Con loro il nostro dialogo è costante ma voglio essere chiaro: l’amministrazione Tedesco non farà sconti. Se l’acqua viene noi aiuteremo Acea». Soltanto ieri sui social Frascarelli mostrava la riparazione effettuata su una perdita, particolarmente nascosta, in località Poggio capriolo sulla condotta da 200 che serve San gordiano. Una delle tante, certo, ma l’azzurro ha le idee chiare: «Solleciteremo la Regione affinché conceda l’autorizzazione per svuotare il bacino di Lasco del Falegname – ha detto –  e stiamo ragionando sul ripristino della condotta dell’Oriolo. Se Acea si dimostrerà all’altezza – ha tuonato Frascarelli – noi saremo al loro fianco. Crediamo che con questi due interventi la situazione possa migliorare». Niente sconti, questa la politica che sarà messa in atto. «Grazie al sindaco Tedesco – ha continuato Frascarelli – siamo riusciti a bloccare il distacco delle utenze e abbiamo raggiunto anche un altro importante risultato: quello di far muovere le autobotti per il rifornimento che prima si limitavano a stazionare». Si registrano problemi, ad esempio, a via Lepanto, via Benci e Gatti o a piazzale Torraca, le zone più problematiche. «90 litri al secondo – ha sottolineato l’azzurro – non sono sufficienti per le tre condotte primarie che partono dal partitore di Poggio Capriolo, dobbiamo arrivare a 120 litri al secondo». Frascarelli si rivolge poi alla passata amministrazione: «Questo passaggio – ha detto – è stato fatto in maniera frettolosa. Noi non ci stiamo a prenderci le responsabilità di un accordo fatto da chi in passato ha gestito male la cosa». Insomma, massima collaborazione ma le cose devono assolutamente funzionare.

ULTIME NEWS