Pubblicato il

La Corneto Tarquinia si disseta con ''Birra''

La Corneto Tarquinia si disseta con ''Birra''

CALCIO, ECCELLENZA. Il club rossoblu dopo l’ingaggio dei due classe 1996 Giulietti e Valentini annuncia un colpo in difesa. Il difensore del 2000 ex Civitavecchia Calcio 1920 e Montalto è pronto per iniziare la nuova avventura: «Un’esperienza tutta da vivere». Yuri venerdì è andato al Bonelli per stilare la firma sul contratto. D’ora in poi farà parte della rosa degli Under di mister Del Canuto

di MATTEO CECCACCI

È l’inizio di una nuova avventura per Yuri Birra che è già pronto e carico per iniziare la preparazione atletica con la Corneto Tarquinia. Il forte difensore centrale civitavecchiese che fino all’inizio della settimana scorsa era al centro del calciomercato con molte squadre di Promozione, Eccellenza e serie D all’assalto adesso ha una nuova casa: il Liviano Bonelli di Tarquinia.
Il tuttofare Birra, da sempre militante nelle squadre cittadine, ha iniziato a dare i primi calci a Viale Guido Baccelli, dimora del Dlf, dove ha conosciuto uno dei più grandi personaggi sportivi di spicco di Civitavecchia: Mauro Magi, all’epoca direttore sportivo del team biancoverde che con Yuri ha avuto fin da subito un rapporto di stima, quasi da padre-figlio, frutto della semplicità e della bravura di un ragazzo eccezionale sia dentro che fuori dal campo.
Il classe 2000 successivamente è passato al Civitavecchia Calcio 1920 dove c’è stato fino a giugno 2018 chiudendo la stagione con la Juniores Elite di Pino Brandolini, classificatasi  al sesto posto in classifica con 48 punti.
Yuri Birra è uno di quei ragazzi perbene che in campo dà sempre il meglio di sé, contraddistinguendosi anche nell’aspetto comportamentale: mai una parola fuori posto, mai un’arrabbiatura, niente di niente. Soltanto duro lavoro, tanto lavoro sul campo e basta. Lavoro che ha sempre ripagato il giovane e le continue convocazioni dello scorso anno nella Rappresentativa del Cr Lazio di mister Ippoliti e le soddisfazioni durante l’anno ne sono la prova.
Quest’anno poi l’arrivo allo stadio Martelli di Montalto. Un anno iniziato sotto le migliori  aspettative con Salipante in panchina (ora al timone della Csl Soccer in Promozione), ma terminato nel peggiore dei modi con Stefano Pera, culminato con la retrocessione in Promozione.
Infine l’inizio del calciomercato partito lunedì primo luglio con numerosi club all’assalto del giovane talento.
Ad aggiudicarsi il gioiello di Civitavecchia alla fine di tutto è stata la Corneto Tarquinia del presidente Rinaldo Santori che ha piazzato un colpo di mercato da applausi, acquisendo le prestazioni di Yuri Birra che con mano ferma e determinatezza ha immediatamente accettato la corte del direttore generale Ciro Granato. 
Un innesto spettacolare, un Under davvero prezioso che schierato accanto al terzino Max Gravina va a comporre una difesa imbattibile.
Ecco quindi che se per il diciannovenne è arrivato il momento di iniziare una nuova e bella esperienza avvincente, dall’altra è giusto riportare un fatto reale: che per l’ennesima volta la città di Civitavecchia è costretta a vedere i propri giovani promettenti andare via.
«Sono felice – esordisce il neo acquisto classe 2000 della Corneto Tarquinia Yuri Birra – della chiamata che mi ha fatto il club. Inizialmente non me l’aspettavo, poi all’improvviso si è aperto questo importante spiraglio per me. Come sempre darò il meglio di me stesso, lotterò fino alla fine per questa maglia. Il progetto è importante e sono consapevole di questo. L’Eccellenza è un bel campionato e molto competitivo. Staremo a vedere».

ULTIME NEWS