Pubblicato il

Eventi, photored e accessi a mare: Tidei tira le orecchie a Calvo

LO SCONTRO. Non si placa la polemica tra il sindaco e il consigliere di minoranza

LO SCONTRO. Non si placa la polemica tra il sindaco e il consigliere di minoranza

S. MARINELLA – Non si placa la polemica tra il sindaco Pietro Tidei e il consigliere di minoranza Massimiliano Calvo, che nei giorni scorsi, in un botta e risposta, non se le sono certo mandate a dire. “Il Sindaco e la sua amministrazione – sottolineava Calvo – avevano promesso un calendario ricco di iniziative già dal mese di gennaio e febbraio, con l’intento di realizzare una ricca stagione estiva. Ma non è stato mai avviato niente, neppure dopo l’approvazione del bilancio in consiglio comunale”. Per Calvo, oggi, Santa Marinella non presenta una dettagliata programmazione estiva e l’unica attività che vede luce è il castello di Santa Severa con una serie di progetti realizzati grazie alla collaborazione della Regione Lazio con LazioCrea. “Dov’era Calvo, delegato alla Polizia Locale e al Demanio quando venivano chiusi i passaggi al mare? – dice Tidei – noi ci abbiamo messo la faccia ed il frullino nel rimuovere i lucchetti dai cancelli che per una vita hanno impedito l’accesso al mare di bagnanti e fruitori. In tutto ciò, non sono mancati eventi culturali e di intrattenimento che hanno risvegliato la città dal torpore che la copriva di noia ed indifferenza. Isole pedonali, rassegne cinematografiche, sport al lungomare, mercato a km zero e tante altre iniziative che si sono integrate perfettamente con la programmazione del castello di Santa Severa, che mostra piena sintonia con l’attività dell’amministrazione. Sui photored, piccolo inciso, il consigliere, in quanto tale, può fare accesso agli atti quando vuole, ricordando però che le modalità di richiesta non avvengono a mezzo stampa”. “Potremmo dilungarci ancora per molto – conclude il sindaco – ma sarebbe uno schiaffo troppo grande per Calvo e qualche altro polemico che di certo non ama questa città se continua a diffondere inesattezze. Dopo aver ottenuto in concessione l’area della Toscana dove realizzeremo almeno tremila nuovi parcheggi, lasciamo agli altri le polemiche concentrandoci sulle tante cose da fare”.

ULTIME NEWS