Pubblicato il

Idrico, i vertici di Acea in Comune per un incontro mercoledì

Idrico, i vertici di Acea in Comune per un incontro mercoledì

Lo ha detto il primo cittadino nel corso di una conferenza stampa. Critico il consigliere Frascarelli che parla di un passaggio frettoloso

CIVITAVECCHIA – «La dirigenza di Acea ha chiesto un incontro con l’amministrazione comunale per mercoledì». Lo ha detto il sindaco Ernesto Tedesco nel corso di una conferenza stampa. Una decisione che, secondo il primo cittadino, è figlia della linea adottata sin dall’insediamento. Per Tedesco sono stati ottenuti dei risultati «innanzitutto – ha spiegato – c’è una maggiore attenzione dei tecnici di Acea e nonostante ci siano ancora diverse zone critiche in altre dove l’acqua non era mai arrivata i problemi sono stati risolti». Il consigliere comunale Giancarlo Frascarelli, alla luce della partecipazione su mandato di Tedesco all’assemblea dei Comuni di Ato 2, ha commentato: «È stato eletto un rappresentante per il Lazio nord, Emanuele Rallo del comune di Oriolo, e Cozzolino non ha ritenuto di dover informare la città. Dopo un anno di gestione Acea la Regione ci ha detto che gli interventi non possono essere fatti perché manca la concessione di derivazione dell’acquedotto. Per il passaggio del servizio ad Acea si poteva aspettare – ha detto Frascarelli – e pretendere la regolarizzazione del nostro acquedotto con interventi come, ad esempio, lo svuotamento del bacino di Lasco del Falegname. Abbiamo trattato con durezza – ha continuato – e non abbiamo paura di dire che se va avanti così attiveremo l’iter per tornare all’acqua pubblica. In questo ultimo anno si è anche discusso di importanti modifiche al regolamento e la presenza di Civitavecchia sarebbe stata fondamentale e invece abbiamo scoperto che spesso chi ci ha preceduto ha delegato Roma. Il calvario dei cittadini – ha tuonato Frascarelli – deriva da questo passaggio frettoloso». Intanto continuano i disagi per la fascia medio bassa della città.

ULTIME NEWS