Pubblicato il

Acqua pubblica, Tarquinia chiede a Zingaretti l'individuazione dei bacini idrografici

Acqua pubblica, Tarquinia chiede a Zingaretti l'individuazione dei bacini idrografici

Passata all'unanimità in consiglio comunale la mozione del consigliere Maurizio Conversini. Esulta il Movimento civico

TARQUINIA – Una richiesta al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti per chiedere l’immediata individuazione dei bacini idrografici allo scopo di applicare la legge 5 del 4 aprile 2014. Ciò al fine di favorire le condizioni per la definizione e lo sviluppo di un governo  pubblico e partecipativo  dell’intero  ciclo integrato  dell’acqua, in grado di garantirne un uso sostenibile e solidale così come nelle finalità della stessa legge n° 5 del 4 aprile 2014. È quanto è stato approvato all’unanimità nella seduta dell’ultimo consiglio comunale tenutasi martedì 29 luglio. A presentare la mozione è stato il consigliere del Movimento civico Maurizio Conversini che esulta per il risultato ottenuto. Con lui, anche tutti i componenti del Movimento Civico per Tarquinia che richiamano la legge all’art. 1, la quale, “in conformità ai principi costituzionali e comunitari ed in ossequio alla volontà popolare espressa nel referendum 2011 detta, nel rispetto dei principi di cui alla legislazione statale in materia, le disposizioni con cui deve essere governato il patrimonio idrico della regione …’’. «Questo importante successo – commentano dal Movimento civico che fa capo a Conversini –  conferma il costante impegno profuso dal nostro gruppo sia in campagna elettorale che ora, con l’obiettivo di rendere l’acqua un bene pubblico e contrapporsi con decisione alla raffazzonata gestione della «nostra» acqua  da parte della Talete”.

ULTIME NEWS