Pubblicato il

Bando Pas, chiesto l'annullamento

Bando Pas, chiesto l'annullamento

Respinta ieri la domanda di un aspirante guardia particolare giurata: il ragazzo protesta e dopo l’intervento dell’Authority l’istanza viene accettata ‘‘con riserva’’

CIVITAVECCHIA – A rischio annullamento il bando Pas per l’assunzione di 9 guardie particolari giurate da impiegare all’interno del porto. Proprio ieri, a quanto pare, un cittadino avrebbe richiesto l’invalidazione del bando stesso per “palesi vizi di forma”, preannunciando contestualmente la presentazione di un esposto ai Carabinieri.  I fatti risalgono a ieri mattina: un ragazzo ha tentato di presentare domanda facendo riferimento proprio al bando datato 3 agosto 2019, con scadenza alle 12 del quinto giorno dalla data di pubblicazione. Data che, sul bando in possesso del giovane aspirante guardia giurata, appare chiara: “03/08/ 2019”, riportata in basso a sinistra dell’ultima delle nove pagine, prima della firma dell’amministratore unico Raffaele Marcello. Una scadenza fissata al quinto giorno, concede tempo per la presentazione delle domande fino al giorno 8 agosto 2019. Seguendo l’orario indicato nel bando, fino alle 12. In un primo momento la Pas non ha accettato la domanda, parlando di bando scaduto. Stessa cosa sarebbe accaduta con altre aspiranti guardie giurate che nella giornata di ieri hanno portato a mano la domanda al porto. Solo che, in questo caso, il ragazzo si è rivolto ai vertici dell’Autorità portuale, denunciando i fatti e chiedendo giustizia circa un comportamento ritenuto non regolare da parte della Pas. E immediatamente l’Authority sarebbe intervenuta, contattando i vertici Pas e chiedendo spiegazioni in merito alla mancata accettazione della domanda. Quello che è accaduto dopo è ancora più inverosimile. La Pas, dopo il colloquio con l’Autorità portuale, ha accettato la domanda del ragazzo, utilizzando una clausola a dir poco inusuale: sulla istanza, infatti, il funzionario incaricato ha messo un timbro con il numero di protocollo, la data, l’ora e una scritta a penna “con riserva”. Che cosa significa?  Come mai la Pas, convinta di aver agito nel giusto e di aver rispettato i termini del bando tanto da arrivare a respingere le domande, alla fine fa un passo indietro e accetta “con riserva” una domanda che senza le successive contestazioni arrivate all’Autorità portuale non sarebbe mai stata protocollata? La Pas ha ammesso l’errore? Allora bisognerebbe ricontattare tutti coloro che nella giornata di ieri si sono visti negare la possibilità di partecipare al bando e che non hanno presentato alcun reclamo come nel caso del ragazzo la cui domanda è stata ora accettata “con riserva”. In ogni caso appare chiaro che un episodio di questo tipo di sicuro non evidenzia un cielo sereno sopra la Pas e in particolare sul bando indetto nei giorni scorsi.

 

ULTIME NEWS