Pubblicato il

Attracchi abusivi: liberati 350 mq di mare

Attracchi abusivi: liberati 350 mq di mare

SAN GIORGIO.  Operazione congiunta tra Comune, Capitaneria e Nucleo sommozzatori dei Vigili del fuoco L’assessore Benedetti: «Il sindaco Giulivi ha come obiettivo quello di riconsegnare le spiagge a coloro i quali vogliono usufruirne»

TARQUINIA – Ancora in azione l’amministrazione comunale di Tarquinia in località San Giorgio, in un’operazione congiunta con il nucleo sommozzatori dei Vigili del fuoco di Viterbo, la Capitaneria di porto di Civitavecchia, la Guardia Costiera del Comune di Tarquinia e i vigili urbani del Comune di Tarquinia. Restituiti alla collettività 350 mq di specchio d’acqua abusivamente occupato da alcuni residenti della zona che avevano adibito ad attracco di piccole imbarcazioni. Sequestrati e rimossi tre corpi morti (oggetto pesante utilizzato come ancoraggio sul fondo per una boa o per un pedagno), gavitelli (piccolo galleggiante a doppio cono o sferico, usato per segnalazioni varie o anche per ormeggiare piccole imbarcazioni), una putrella in ferro, paletti in ferro affioranti dall’acqua e cordame pericolosi per la sicurezza e l’incolumità dei bagnanti. Soddisfazione dell’assessore Roberto Benedetti: «Il sindaco Giulivi ha come obiettivo quello di riconsegnare le spiagge a tutti coloro che ne vogliano usufruire per trascorrere momenti di relax o divertimento. Abbiamo iniziato un lungo lavoro all’inizio dell’estate ma che non si arresterà adesso che la stagione sta volgendo al termine. Spiagge, pinete, parcheggi  saranno resi fruibili per un turismo sano e rispettoso dell’ambiente». «Questa operazione – prosegue Benedetti –  non è fine a se stessa e molte altre ancora saranno effettuate per mettere in sicurezza spiagge e mare. Solo in questa giornata abbiamo rimosso dal mare oltre 3 quintali di rifiuti di ogni genere e pericolosi per le persone».
 

ULTIME NEWS