Pubblicato il

Stazione, rubinetti a secco e bagni ancora fuori uso: disagi per turisti e cittadini

Stazione, rubinetti a secco e bagni ancora fuori uso: disagi per turisti e cittadini

CIVITAVECCHIA – Altro che chiusura temporanea. I bagni della stazione ferroviaria sono fuori uso da più di tre settimane ormai. Un disagio riscontrato dai tanti crocieristi in transito, e oggi anche dai pendolari tornati per studio o lavoro a Roma. E questo in una stazione che già ha diverse criticità. L’interruzione del flusso idrico, oltre che i bagni, interessa ovviamente tutti i locali ed edifici serviti dalle Ferrovie, e quindi anche il bar, la Polizia ferroviaria, le diverse strutture collocate in città, fino ad un gruppo di famiglie che abitano in via Pacinotti nei pressi della sottostazione ferroviaria. Da settimane, infatti, la società invia in città un’autobotte per rifornire le diverse utenze, ma questo ovviamente non basta. E non si riesce ad avere idea di quando la situazione potrà tornare alla normalità. A quanto pare, infatti, non è chiaro ancora da cosa dipende l’interruzione idrica, se un guasto alla linea, probabilmente tra Santa Marinella e Civitavecchia, o qualche danno ancora più serio. L’auspicio delle famiglie interessate e dei frequentatori della stazione è che si possa risolvere al più presto.

ULTIME NEWS